fbpx

Reggina, step by step sul futuro: primo scoglio superato, ma cosa succede adesso? Il punto

Centro Sportivo Sant'Agata Reggina (20) Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Quale futuro per la Reggina? Il punto dopo le parole dei due Sindaci e dopo la rassicurazione sul primo scoglio, superato: ora attenzione verso le prossime due scadenze, verso la nomina di un amministratore unico e verso le prime interlocuzioni coi soggetti interessati a rilevare il club

Step by step. Lo hanno voluto ribadire, Brunetti e Versace, nell’intervento a Radio Touring 104. I due Sindaci (del Comune e della Città Metropolitana) hanno cercato di fare chiarezza sulla situazione dopo l’incontro con l’amministratore giudiziario Katiuscia Perna, arrivata ieri in città per incontrare, oltre alle Istituzioni, anche i rappresentanti della Reggina. Ed è, questo, solo il primo passo di alcuni successivi, ma praticamente immediati, che saranno propedeutici per il futuro, un futuro su cui c’è curiosità, ma anche preoccupazione e incertezza, come quella manifestata dai tifosi, che hanno tappezzato la città di striscioni e che domenica pomeriggio “marceranno” per il centro cittadino con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema.

Ma cosa è importante estrapolare dalle parole dei due Sindaci? Che serve calma, innanzitutto; che traspare ottimismo e fiducia, secondo le loro impressioni; e che il primo scoglio è stato superato, ma c’è da guardare con attenzione ai due successivi. La buona notizia è che per la scadenza del 16 maggio non c’è più alcun problema. Era la prima, quella immediata, quella su cui il settore amministrativo del club lavorava da giorni. E’ stata superata, per fortuna senza “morti né feriti”. E’ infatti stata inviata, in rassicurante anticipo, tutta la documentazione relativa ai pagamenti in atto, quella dei contributi federali. In caso contrario, se non si fosse arrivati a una soluzione positiva, la Reggina sarebbe risultata recidiva, con tutte le conseguenze del caso: punti di penalizzazione, da regolamento, da scontare nella prossima stagione, ma anche aria che cominciava a farsi pesante, con le “pressioni” dei club che hanno tutto l’interesse a smuovere il problema. Non succederà, almeno per questa scadenza. Reggina in regola, nessun punto di penalizzazione nell’eventuale (si spera) prossimo campionato.

Ora, i passaggi successivi sono due: nomina di un amministratore unico e scadenza 31 maggio. I due Sindaci hanno riferito che la nomina avverrà prima di fine mese, in maniera tale da poter avere il tempo necessario a passare indenni anche la seconda scadenza, presentando la corretta documentazione relativa al bilancio. In un passaggio, Brunetti ha affermato che con la nomina dell’amministratore “credo che sia automatico che decada la figura dei vecchi rappresentanti”, nella persona del Presidente Gallo. La successiva e ultima data da cerchiare in rosso, la più importante, è quella del 22 giugno. Entro quel giorno bisognerà presentare la documentazione relativa all’iscrizione al prossimo campionato. Più di un mese, sì, ma comunque sempre tempo ristretto. Con la nomina di un amministratore e lo scoglio del 31 maggio, con la speranza che sia superato tranquillamente, ci sarebbe però più tempo e calma per pensare a quella data, velocizzando magari le interlocuzioni coi soggetti interessati a rilevare la Reggina.

Brunetti ha confermato che “ci sono soggetti interessati”, ribadendo le notizie delle ultime settimane. Massima riservatezza sulle figure, ma che qualcosa si muove è evidente da un po’. La nomina di un amministratore unico faciliterà le procedure, così come la scadenza del 31 maggio. E Versace ha evidenziato il fatto che l’eventuale cessione “può avvenire lo stesso parallelamente” al lavoro dell’amministratore sulle scadenze da rispettare.