fbpx

Reggio Calabria, Falduto si sfoga: “per la Reggina tavoli tecnici, per il Mediterranean Life battute stupide da ignoranti”

incontro reggina mediterranean life

L’Architetto reggino Giuseppe Falduto si sfoga: “per il Mediterranean Life nessuna attenzione, un mese addietro un incontro frugale a Piazza Italia con gli Assessori Gangemi e Battaglia senza nessun seguito; dalla cittadinanza battute stupide da ignoranti e ‘carrialande’. Per la Reggina Tavoli tecnici con tutte le autorità e tutti pronti al ‘sacrificio umano’. Ve la posso dire con il cuore? Andate a quel paese e cercate perdono ai vostri figli e ai vostri nipoti”

“Cari concittadini, non ve la prendete a male, ma non meritate molto”. Comincia così lo sfogo che l’imprenditore reggino Giuseppe Falduto ha voluto affidare al suo profilo Facebook. Il pensiero è legato al Mediterranean Life e alla Reggina, due argomenti diversi ma uniti – in questo periodo – dai fatti noti. Per la Reggina è corsa contro il tempo affinché si salvi il club dopo l’arresto di Luca Gallo, per il Mediterranean Life continua invece il silenzio assoluto dopo il sussulto dello scorso novembre e l’approvazione dell’emendamento in Consiglio Comunale.

“Siamo una famiglia di lavoratori che dal 1960 hanno prima fatto gli emigranti a Torino, per poi tornare nella loro terra, con l’intento di costruire un futuro per sé stessi e per i loro figli – ha scritto l’Architetto Falduto – In questi 62 anni ci siamo sempre distinti per serietà e competenza nel nostro lavoro di Costruttori. Per ultimo abbiamo stretto, grazie alla nostra serietà e umiltà collaborazioni con aziende nazionali di primissimo livello, consentendoci di realizzare il primo e unico Centro Commerciale della città di Reggio Calabria. Non ci siamo fermati e superando anche i nostri legittimi interessi, abbiamo pensato che la Città avesse bisogno di linfa nuova per poter fare tornare i nostri figli a casa, con questa finalità, ci siamo inventati il progetto di Mediterranean Life, progetto che ormai conoscete tutti”, ha aggiunto, prima di evidenziare le differenze nell’atteggiamento dell’opinione pubblica sui due diversi temi.

“Qual è stato l’atteggiamento delle istituzioni locali e di molti cittadini?”, si è domandato. “Ve lo dico subito, dalle istituzioni, sempre pronte a dare cittadinanze onorarie e tappeti rossi a chiunque e soprattutto a gente che arriva all’improvviso, nessuna attenzione, un mese addietro, un incontro frugale a Piazza Italia con gli Assessori Gangemi e Battaglia senza nessun seguito; dalla cittadinanza battute stupide da ignoranti e ‘carrialande’. Cosa succede se la Reggina viene portata al fallimento per l’ennesima volta? Tavoli tecnici con tutte le autorità e tutti pronti al ‘sacrificio umano’. Ve la posso dire con il cuore? Andate a quel paese e cercate perdono ai vostri figli e ai vostri nipoti”.