fbpx

Primo Maggio, Occhiuto: “superare dualismo lavoratori/imprenditori e affrontare insieme sfide futuro”

Roberto Occhiuto Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Il pensiero del presidente Roberto Occhiuto in occasione della Festa dei Lavoratori

In una data simbolica come quella del Primo Maggio non può mancare il pensiero delle istituzioni. Dopo la lettera aperta del vicepresidente della Regione Calabria, Giusy Princi, è arrivato anche il messaggio del governatore Roberto Occhiuto. “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. Queste le prime parole della nostra Costituzione – ricorda il presidente – . Oggi, primo maggio, si celebra la festa dei lavoratori, ma il mio pensiero – da calabrese, Regione agli ultimi posti in Europa per occupazione – va a chi, soprattutto donne e giovani, un lavoro non lo ha. E va anche a chi fa impresa, a chi ogni giorno si barcamena, tra tasse e burocrazia, per alzare la saracinesca della propria attività, e per creare sviluppo e posti di lavoro”.

“Viviamo un periodo estremamente complicato. Dopo la stagione del Covid adesso il conflitto in Ucraina non lascia presagire tempi semplici con i quali rapportarsi. Occorre, soprattutto in questo scenario, stare uniti. Serve un patto – tanto a livello nazionale quanto a livello locale, con Regioni e Comuni protagonisti – tra politica, sindacati e associazioni imprenditoriali, per superare una volta per tutte il dualismo tra lavoratori e imprenditori. Bisogna remare tutti nella stessa direzione per affrontare insieme le sfide del futuro”, conclude Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.