fbpx

Ucraina, c’è il timore che la Russia utilizzi armi chimiche. Usa: “al momento non possiamo confermare”

Soldati russi a Mariupol Foto di Sergei Ilnitsky / Ansa

La comunità internazionale comunque sta continuando a monitorare la situazione, il Pentagono però spiega: “non siamo in grado di confermare le notizie di un possibile utilizzo di armi chimiche o biologiche da parte di Mosca”

Le truppe ucraine e i membri del parlamento si erano espressi nei giorni scorsi per affermare che l’esercito russo sta utilizzando armi chimiche in Ucraina. Anche il presidente Volodymyr Zelensky ha espresso timori ed evidenziato il timore che Vladimir Putin possa decidere di utilizzarle per piegare la resistenza a Mariupol. I separatisti dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, però, hanno subito smentito l’uso di armi chimiche o biologiche e per il momento anche il portavoce del Pentagono, John Kirby, ha detto a tal proposito: “non siamo in grado di confermare queste notizie”. La comunità internazionale comunque sta continuando a monitorare la situazione, con Londra in prima fila che ha fatto sapere di star lavorando per verificare se le forze russe abbiano davvero usato armi chimiche. Il viceministro della Difesa James Heappey dice che se ci fosse la prova che siano state usate, allora “tutte le opzioni sono sul tavolo” in termini di risposta.