Categoria: CALABRIANEWS

Roccella Jonica: riunione del Comitato Consultivo del Governatore Distrettuale del Lions Club

Roccella Jonica: riunione del Comitato Consultivo del Governatore Distrettuale del Lions Club avente come argomento “Primo piano sullo sviluppo della Leadership”

Presso un noto ristorante locale, tradizionale ritrovo del Lions Club di Roccella Ionica, si è svolta la III° Riunione del Comitato Consultivo del Governatore Distrettuale avente come argomento “Primo piano sullo sviluppo della Leadership”. All’assemblea organizzata dal presidente della Ventisettesima Zona Orazio Violante hanno preso parte i rappresentanti dei Club Lions di Locri, Roccella, Polistena, Siderno e Taurianova. Ospiti il presidente dell’Undicesima Circoscrizione Massimo Serranò e Carmelo Ciappina Responsabile Leadership Calabria. Il focus della riunione è stato proprio la metodologia, l’applicazione, il pensiero e l’uso della strategia per essere un vero leader all’interno dell’organizzazione lionistica. Si è voluto fare il punto dello stato dell’arte dei clubs appartenenti alla zona, specialmente comprendere come i club, secondo quello che è lo Statuto, debbano affrontare la trasformazione dell’idealità e dei principi lionistici in concretezza. Per “Servire”, come dice uno dei loro tanti motti, l’altro. Come rendersi utili alla società progredendo al miglioramento della quotidianità dell’uomo. Per fare tutto questo è necessario apprendere dalla formazione i principi.

“La Zona ventisettesima – ha affermato Carmelo Ciappina – è quella che nel multi-distretto produce più di ogni altra zona formazione. Nel corso di una formazione è necessario cogliere quali sono gli strumenti ideali per risolvere problemi che in ogni rapporto esistono. Nei Lions quello da privilegiare è l’aspetto umano. Quello che serve per poter effettuare una riflessione sul perché avvengono, o non avvengono, determinate realtà che nella filosofia e nei principi dei Lions sono scontati. Questo lo si può raggiungere – ha continuato il responsabile della leadership Carmelo Ciappina – attraverso il dialogo. Ogni club dovrebbe celebrare le attività e far si che queste siano presenti nel territorio nel quale opera. Quella di questa sera è una pietra miliare, perché prende in esame l’iter formativo più importante per essere un ottimo socio o presidente di club. La formazione – ha concluso Ciappina – è lo strumento ideale per costruire i nuovi soci e andare alla ricerca della costituzione di nuovi Club”

Il presidente dell’Undicesima Circoscrizione massimo Serranò, intervenuto dopo avere ascoltato attentamente, assieme a tutti i convenuti alla riunione, ha sottolineato l’aspetto positivo dell’incontro, rimarcando il fattore dell’umanizzazione del rapporto tra soci.
“Partendo da questi principi – ha affermato Serranò – si ha tra le mani uno strumento di lettura della società nella quale i Lions agiscono. La conoscenza, la discussione, l’inclusione e il dialogo ci può aiutare. Ci può aiutare a comprendere. Il lavoro da svolgere è quello di includere. Fondamentale per questo è la partecipazione alla vita associativa. Vi è necessità di voglia di sapere e volere fare. Non dimenticherò mai il lavoro di affiliazione necessario e che io stesso ho vissuto. Trasferire all’altro sani principi è il fondamentale principio dei Club Lions. Il compito di chiudere la riunione è toccato all’organizzatore e presidente di Zona Orazio Violante.

L’accento che ognuno di noi, durante la discussione, ha messo in evidenza deve fare riflettere su quelli che sono gli aspetti del piano dello sviluppo della leadership nella undicesima zona. Partendo – ha affermato Violante – dalla partecipazione agli eventi. Al perseguimento dell’obbiettivo di unità del Club, di unità della Zona, di unità della Circoscrizione e di quella unità che deve essere rappresentata dal Distretto o dal Multi-distretto. Bisogna avere la capacità di essere un corpo unico, per una crescita costruttiva, attraverso le regole e un lavoro continuo. Il principio – ha concluso il presidente di zona – deve essere meno io e più noi per una totalità dei Club”. L’assise si era aperta con il tradizionale suono della campana e l’inno nazionale, che hanno dato inizio ai lavori. Dopo il benvenuto del presidente di Zona Orazio Violante hanno preso la parola il presidente del club Roccella Ionica Antonio Bagnato, quello di Locri Rocco Vasile, di Siderno Pasquale Gagliardi e i rappresentanti dei club di Polistena Monica Mini e Taurianova Nino Guerrisi.