fbpx

Trionfo degli studenti di Reggio Calabria alle Olimpiadi di Astronomia di Perugia | NOMI

Reggio Calabria: trionfo degli studenti reggini alle Olimpiadi di Astronomia. Quartuccio: “orgoglio di un intero territorio”

Alle finali delle Olimpiadi italiane di Astronomia che si sono svolte a Perugia, tra i vincitori ci sono stati tre studenti di Reggio Calabria (due dei quali selezionati tra l’altro per far parte della squadra che rappresenterà l’Italia alle prossime Olimpiadi Italiane di Astronomia), mentre per un altro studente è arrivato il riconoscimento del Diploma di merito. Questi gli studenti vincitori: Marino Raffaello Pio – Liceo Classico Statale “T. Campanella” – Reggio Calabria (Categoria Junior 2), Mandaglio Alessandra – Liceo Scient. e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria (Categoria Senior), Luppino Chiara – Liceo Scient. e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria (Categoria Senior), Chiacchio Silvia – Liceo Scient. e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria (Diploma di Merito categoria Senior). Marino Raffaello Pio e Mandaglio Alessandra faranno parte della squadra che rappresenterà l’Italia alle prossime Olimpiadi Italiane di Astronomia.

Le parole di Quartuccio

“Un risultato straordinario, l’ennesimo, quello conseguito dai nostri studenti alle XX Olimpiadi italiane di Astronomia. La comunità scientifica di Reggio Calabria si conferma ancora una volta un polo di assoluta eccellenza sotto i profili didattici e formativi, consolidando una posizione di primissimo piano nell’ambito dei più prestigiosi e qualificati circuiti scientifici di caratura nazionale e internazionale”. E’ quanto afferma il consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio, commentando gli eccellenti risultati conseguiti dalla delegazione di Reggio Calabria.

“Rivolgo a tutti gli studenti, ai docenti, in particolar modo alla professoressa Angela Misiano, in qualità di responsabile scientifica del Planetario Pythagoras della Città metropolitana, i complimenti più sinceri per quanto stanno facendo. Un percorso, il loro, che restituisce lustro e orgoglio a tutto il territorio metropolitano, offrendo l’immagine concreta di un contesto capace di mettere in rete e a sistema le migliori competenze e professionalità in ambito scientifico. La cultura continua a rappresentare un veicolo formidabile di rilancio e valorizzazione del nostro territorio e ciò lo dobbiamo al grande, instancabile e appassionato impegno profuso quotidianamente da docenti, ricercatori, appassionati e studenti. La Città metropolitana sta investendo con grande determinazione in questa direzione con l’obiettivo di favorire e creare le migliori condizioni possibili affinché questi brillanti e virtuosi modelli, possano proseguire con rinnovato slancio il loro cammino e contribuire alla crescita dei nostri giovani. Reggio Calabria e l’intero territorio metropolitano hanno abbracciato questa sfida anche sotto il profilo logistico e organizzativo, come dimostra anche il prossimo esaltante momento che vivremo in riva allo Stretto con la finale nazionale per la categoria Junior 1 che si svolgerà appunto a Reggio Calabria il 4 maggio prossimo. La Città metropolitana – conclude Quartuccio – è e sarà sempre al fianco della Cultura e di quanti stanno contribuendo a fare di Reggio Calabria, un autorevole ed affermato punto di riferimento in ambito scientifico e in particolare modo astronomico”.