fbpx

Reggio Calabria: la poetessa Gloria Vocaturo diventa il valore aggiunto per Controluna | INTERVISTA

Gloria Vocaturo

Reggio Calabria: la poetessa Gloria Vocaturo diventa il valore aggiunto per Controluna, importante Casa Editrice romana

La poetessa Gloria Vocaturo diventa il valore aggiunto per Controluna, importante Casa Editrice romana. Il marchio editoriale si è imposto in breve tempo nel panorama letterario italiano, diventando un chiaro riferimento nell’ambiente delle edizioni di poesia. Con all’attivo quasi 200 pubblicazioni in tre anni, Controluna è sicuramente tra i marchi più presenti in libreria. Il catalogo è ricco di autori di grande prestigio, tra i quali si ricordano: Antonio Ciavolino, Bartolomeo Smaldone, Domenico Frontera, Federico Preziosi, e di prossima pubblicazione, Eloy Santos, Maram Al Masri, Amarji, Vincenzo Crosio. L’arrivo di Gloria Vocaturo darà maggiore impulso alla ricerca dei talenti ma anche alla conferma di poeti già affermati. Le abbiamo chiesto:

Con quale animo intraprende questa nuova avventura?

“Mi dedico da sempre alla poesia e alla ricerca di Poeti da inserire nel mondo letterario, lo faccio come coordinatrice della rubrica La Musa del mese, presso la libreria Io ci sto e della rubrica Ci vediamo alla panchina, che tengo nei vicoli di Napoli. Questa è un’opportunità importante per i tanti troppi bravi autori che non riescono a trovare uno sbocco editoriale se non rivolgendosi a editori a pagamento”.

La poesia non vende, è un luogo comune o una triste verità?

“Per molti aspetti è un luogo comune. Con i nostri autori stabiliamo un rapporto di collaborazione, li seguiamo nelle varie fasi della promozione, li indirizziamo su canali che riteniamo validi per la diffusione del libro. Quello che diciamo sempre è che la fortuna dell’opera la fa lo stesso autore, che deve maggiormente impegnarsi sul proprio territorio”.

Quanti titoli prevede di pubblicare nel 2022?

“Riceviamo circa 100 nuove opere al mese, di queste soltanto un 10% raggiungeranno la pubblicazione. Selezioniamo con particolare attenzione i testi che pubblichiamo, e sono sempre di grande valore letterario. Nel 2022 presumibilmente tratteremo 70-100 nuove pubblicazioni”.

Lei è una scrittrice, ha qualche anticipazione da darci sul suo prossimo libro?

“Uscirà a maggio, per Castelvecchi editore. Autobiografia immaginaria di mio padre. Il titolo già racchiude tutto. È un’opera emozionale, aggiungo solo questo”.