Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria: i Democratici e Progressisti esultano per l’aumento ore dei precari stabilizzati

Reggio Calabria: approvata in Giunta la delibera per l’aumento delle ore dei lavoratori precari stabilizzati delle leggi 31/2016 e 15/1998

Approvata in Giunta a Reggio Calabria la delibera per l’aumento delle ore dei lavoratori precari stabilizzati delle leggi 31/2016 e 15/1998, adesso si attende solo il parere della Cospel. Esulta il gruppo DPM: “una battaglia di dignità, frutto della costante attenzione del Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani ai temi del lavoro, del precariato e della tutela delle fasce più deboli della cittadinanza. Sin dal momento della sua costituzione, il Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani, composto dai consiglieri comunali Mario Cardia, Filippo Burrone, Marcantonino Malara e Giuseppe Nocera e dagli Assessori Demetrio Delfino e Giuggi Palmenta ha sostenuto la necessità di procedere all’aumento delle ore di lavoro dei precari stabilizzati delle leggi 31/2016 e 15/2008 e finalmente, nella giornata odierna, la Giunta, dopo la mozione approvata in commissione bilancio ed in consiglio comunale, ha deliberato l’aumento a 26 ore settimanali di lavoro dei precari stabilizzati. La proposta era stata sostenuta in aula da tutte le forze politiche e votata in Commissione Bilancio favorevolmente anche dai consiglieri di minoranza presenti . Esprime soddisfazione per l’importante risultato il Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani: sin da subito abbiamo inteso immediatamente intraprendere una decisa azione politica volta a trovare una soluzione che consenta di individuare una soluzione immediata per aumentare le ore di lavoro di queste madri e padri di famiglia, precari stabilizzati delle leggi 31/2016 e 15/2008. Ringraziamo il Sindaco ff Brunetti, il Direttore Generale Barreca, l’Ass Gangemi e il Dirigente Iolanda Mauro del Settore Personale, la Giunta,i gruppi consiliari di maggioranza che hanno sostenuto la proposta ed anche i consiglieri comunali di minoranza che, votandola favorevolmente, hanno manifestato attenzione e sensibilità ai temi del lavoro e della tutela dei dipendenti”.