fbpx

Reggio Calabria, ATAM annuncia: “trasporto gratuito per i rifugiati ucraini”

Atam

Reggio Calabria: i rifugiati ucraini potranno utilizzare gratuitamente i servizi di trasporto pubblico dell’intera rete servita da ATAM

I rifugiati ucraini potranno utilizzare gratuitamente i servizi di trasporto pubblico dell’intera rete servita da ATAM SpA. L’azienda di trasporto reggina, d’intesa con i soci Comune e Città metropolitana di Reggio Calabria, ha inteso adottare questa importante misura che rappresenta un ulteriore tassello nel piano di accoglienza della popolazione in fuga dalla guerra, stante l’attuale scenario delicato e complesso in cui ci si trova. Infatti i profughi che stanno trovando riparo nella nostra città e che saranno in possesso della documentazione di seguito indicata, potranno utilizzare gratuitamente i mezzi pubblici nella rete di esercizio servita da ATAM SpA. Un segno di accoglienza da parte della nostra azienda e città, che permetterà ai rifugiati di semplificare un quotidiano già fin troppo stravolto dalla sofferenza, pertanto applicare questa facilitazione ci sembra doveroso. Al di là dell’aspetto pratico, rivolto a consentire ai rifugiati di muoversi liberamente per svolgere le attività essenziali, la gratuità del trasporto vuole anche essere un gesto simbolico di vicinanza e disponibilità nei confronti di chi sta vivendo sulla propria pelle una immane tragedia umanitaria che sta segnando profondamente ognuno di noi.
Per facilitare la procedura di emissione la richiesta dovrà pervenire ad ATAM SpA, unicamente, da parte di un’associazione riconosciuta al seguente indirizzo e-mail: atamperucraina@gmail.com.
Alla richiesta occorrerà allegare, per ciascun rifugiato ucraino, la seguente documentazione:
  • copia del passaporto ucraino o del passaporto internazionale. In caso di rifugiato minore il certificato di nascita;
  • copia del modello 209 “ricevuta di permesso di soggiorno per stranieri protezione temporanea emergenza Ucraina” rilasciato dal competente ufficio della Questura;
  • fototessera o in alternativa anche foto, in formato digitale, in primo piano;
  • autocertificazione, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 DPR 445/2000, che attesti la non inclusione in alcun programma di accoglienza ministeriale.

Nella richiesta sarà necessario inserire anche il numero telefonico di un referente associativo per eventuali delucidazioni. Il competente ufficio aziendale, non appena avrà emesso le tessere (circa 48/72 ore lavorative), avrà cura di avvisare, a mezzo mail, l’associazione richiedente che dovrà provvedere al ritiro presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico c/o il Terminal Bus ATAM di Largo Botteghelle.

La tessera di libera circolazione sarà nominativa, darà diritto a viaggiare sui mezzi di ATAM SpA nell’intera rete di servizio nella zona urbana ed extraurbana e andrà esibita ad ogni richiesta del personale addetto al controllo, unitamente ad un documento d’identità in corso di validità. La tessera avrà carattere temporaneo e, salvo diverse disposizioni da parte di ATAM SpA, la scadenza sarà legata alla validità indicata sul suddetto modello 209, che dovrà essere esibito al personale addetto al controllo.

Reggio Calabria, trasporto pubblico gratuito per i rifugiati ucraini. Delfino: “iniziativa lodevole”

Plauso dell’assessore al Welfare, Demetrio Delfino, all’iniziativa di Atam, la società reggina  di trasporto pubblico, che, d’intesa coi soci Comune e Città Metropolitana, ha deciso di offrire gratuitamente i propri servizi ai rifugiati ucraini. “È un’iniziativa assolutamente lodevole – ha commentato il delegato alle Politiche sociali – che, di fronte all’assurdo conflitto russo-ucraino, si inquadra perfettamente nel programma di solidarietà ed accoglienza già messo in atto da Palazzo San Giorgio con la gratuità del trasporto scolastico, della mensa scolastica e con il supporto di raccolta di medicinali e beni di prima necessità istituiti al Cedir. Ogni attività che, in qualche modo, possa alleviare le sofferenze di adulti e bambini in fuga dalla guerra – ha aggiunto – è un’azione dovuta per qualsiasi amministrazione pubblica. Benissimo, dunque – ha commentato Delfino – ha fatto il management di Atam dimostrando una spiccata sensibilità ed interpretando al meglio la complessità del momento vissuto da cittadini in estrema difficoltà. In tutti questi anni e nelle situazioni più complesse – ha proseguito l’assessore – il popolo reggini si è costantemente distinto per aver saputo tendere la propria mano ai più fragili e bisognosi. Non si poteva, quindi, rimanere indifferenti d’avanti ad una tragedia che sta sconvolgendo milioni di persone, ad una guerra abominevole che sta mettendo a repentaglio la stabilità internazionale proprio al confine dell’Europa. Anche un piccolo-grande gesto come può essere quest’ultimo di Atam – ha concluso Delfino – assume un significato importantissimo in termini, soprattutto, educativi per le giovani generazioni che si affacciano ad un futuro sicuramente diverso dal nostro e da quello dei nostri padri. Il mondo sta cambiando alla velocità della luce e, per questo, l’umanità non può prescindere dai sentimenti di solidarietà, accoglienza e fratellanza”.