fbpx

Messina, il Professore Tomasello finisce di nuovo alle Iene: “indetto un concorso solo per lui” | VIDEO

Professore Tomasello alle Iene

Le Iene tornano ad indagare sul Professore dell’Università di Messina Dario Tomasello, a 6 anni dalla prima volta

Messina finisce di nuovo alle Iene, il Professore Dario Tomasello finisce di nuovo alle Iene. Il noto programma di Italia 1, infatti, è tornato ad indagare sul docente dell’Università della città dello Stretto, 6 anni dopo la prima volta. Allora, nel 2016, lo accusò di aver copiato interi passaggi di testi da un altro autore, Giuseppe Amoroso, cambiandone il nome, per vincere un concorso. La segnalazione arrivò da un collega, il Professore Fontanelli. Dario Tomasello è figlio dell’ex rettore dell’Ateneo, Francesco, che all’epoca dei fatti – intercettato dall’inviato delle Iene – affermò: “non do risposte a nessuno, la smetta”. Un mese dopo quel servizio, il Miur incaricò l’Accademia dei Lincei di valutare il presunto plagio del Prof. E da lì arrivò la sospensione, prima del Miur e poi dell’Università. Ma dopo un anno rientrò in servizio, perché arrivò la sentenza di assoluzione.

L’inviato delle Iene Pecoraro, adesso, è tornato però a parlare di Tomasello per un altro episodio a lui riconducibile. A quanto afferma, infatti, l’Università di Messina avrebbe indetto un concorso per Professore ordinario, la massima aspirazione per un accademico, diretto solo ai docenti interni all’Ateneo. L’unico candidato possibile per quella posizione è Dario Tomasello. I professori di tutta Italia però si ribellano al Rettore e fanno sì che il concorso non si faccia. Responsabilità? Per il rettore attuale, Salvatore Cuzzocrea, “anziché parlare con me che non c’entro nulla con la procedura, lo chieda a Perconti che ha chiesto il concorso! Io non rientro nelle procedure concorsuali. Il problema etico non lo deve porre a me, io vengo dopo e non posso fare nulla”, afferma il rettore chiamando in causa il Professore Perconti, il direttore del dipartimento. Questi a sua volta ribatte, spiegando che il dipartimento si era opposto alla promozione di Tomasello, ma il nuovo regolamento è stato applicato retroattivamente solo per Tomasello. A microfoni spenti, poi, ammette di aver ricevuto pressioni proprio dal rettore: “dovete farla per forza perché è un atto dovuto”, avrebbe confidato il rettore al direttore di dipartimento. Fatto confermato anche da un’altra Prof, sempre intercettata da Pecoraro: “ci sono state pressioni affinché questo percorso venisse chiuso, da parte del rettorato, che ci dice che dobbiamo completare il concorso”.

E così, 6 anni dopo, l’inviato Pecoraro torna dal Prof Dario Tomasello, che risponde con ironia: “stanno facendo di tutto per farmi diventare professore ordinario? Evidentemente me lo merito”, afferma. E poi attacca l’inviato: “lei è un ignorante, è un incompetente”. E chiude: “meglio un giorno da Tomasello che cento da Pecoraro”, poi scappa via. Il servizio si chiude con l’ultimo aggiornamento dell’inviato, il quale spiega che “Tomasello ha fatto ricorso al Tar della Sicilia perché il Consiglio di Dipartimento non gli ha assegnato una cattedra. Ha vinto e dunque c’è davvero la possibilità che diventi Professore ordinario”. A questo link il video.