fbpx

Il Papa riceve il premier ungherese Orban: dal pontefice una benedizione e l’elogio per la gestione rifugiati dall’Ucraina

Foto Ansa

Papa Francesco riceve in Vaticano il premier ungherese Viktor Orban: dopo uno scambio di doni, il pontefice benedice il leader magiaro ed elogia lo sforzo dell’Ungheria nella gestione dei rifugiati dall’Ucraina

Un incontro della durata di 40 minuti quello avvenuto fra il primo ministro ungherese Viktor Orban e Papa Francesco, tenutosi quest’oggi presso in Vaticano. Il primo ospitato dal papa dopo quello di Budapest del 12 settembre scorso, al quale erano presenti anche il presidente della Repubblica d’Ungheria, Janos Ader, e il vice primo ministro Zsolt Semjen.

Nella visita odierna, secondo quanto si apprende dalla Santa Sede, è avvenuto uno scambio di doni: Bergoglio ha donato a Orban una formella in bronzo raffigurante San Martino, i volumi dei documenti papali, il messaggio per la Pace di quest’anno, il documento sulla Fratellanza Umana e il libro sulla Statio Orbis del 27 marzo 2020, a cura della Lev. Il primo ministro ungherese ha donato al Pontefice due libri su Bela Bartok, compositore ungherese ed esperto di musica, una raccolta di cd di musica lirica e un volume del 1750 con l’Ufficio delle Ore per la Settimana Santa in inglese e latino.

Il Papa ha inoltre elogiato il lavoro dell’Ungheria nella protezione dei rifugiati che arrivano dall’Ucraina. “Dio la benedica, benedica la sua famiglia e l’Ungheria“. È stata la frase detta dal Papa in inglese, salutando il premier ungherese al termine dell’incontro in Vaticano. “Noi la aspettiamo“, ha replicato sempre in inglese Orban congedandosi.