fbpx

Guerra Ucraina, Kuleba: “la Russia è peggio dell’Isis. Vogliono eliminare più ucraini che possono”

Dmytro Kuleba Foto Olivier Hoslet / Ansa

Dmytro Kuleba paragona la Russia all’Isis e parla di crimini di guerra a Bucha e in altre città dell’Ucraina: l’obiettivo dei russi sarebbe quello di eliminare più ucraini possibile

La Russia è peggio dell’Isis“. Parole durissime quelle pronunciate da Dmytro Kuleba ai microfoni dell’emittente radio “Times UK” in merito dei crimini di guerra perpetrati dai russi in Ucraina. “Urge che la Corte penale internazionale ed altre organizzazioni inviino missioni a Bucha e nelle altre città e villaggi liberati della regione di Kiev per lavorare con la polizia ucraina nella raccolta di ogni possibile evidenza dei crimini di guerra russi. Il massacro di Bucha è un atto deliberato, i russi vogliono eliminare più ucraini che possono“, ha scritto Kuleba, sollecitando “nuove sanzioni devastanti subito” da parte del G7. “Dobbiamo fermarli e buttarli fuori“, si legge in un tweet in cui chiede un embargo sul petrolio, il gas e il carbone, la chiusura di tutti i porti a navi e beni russi, la disconnessione di tutte le banche russe dal circuito Swift.

E’ necessaria con urgenza una inchiesta indipendente“, ha scritto in un tweet la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, denunciando “gli orrori indicibili nelle zone da cui la Russia si sta ritirando. Gli autori di crimini di guerra saranno chiamati a rispondere“, ha aggiunto.