fbpx

Federico Basile a Pistunina per dire no al deposito di gas naturale liquefatto

basile-de luca

Il candidato sindaco di Messina Federico Basile stamattina si è recato nel luogo in cui dovrebbe sorgere l’impianto

“La realizzazione di un impianto di rigassificazione a Pistunina dimostra che certi signori, sponsorizzati dai Cinquestelle, presumano che ci si trovi in presenza di una politica locale molto debole e non in grado di difendere gli interessi del territorio e delle sue naturali coordinate di sviluppo. Ma hanno sbagliato i loro calcoli”. Lo afferma il candidato sindaco Federico Basile che stamattina si è recato nel luogo in cui dovrebbe sorgere l’impianto. “Insieme ai cittadini residenti, stamattina abbiamo espresso il nostro NO. Noi, ha affermato Basile, siamo pronti a difendere Messina anche da queste logiche di sfruttamento ed asservimento a logiche politico-affaristiche. La comunità della zona sud, che è già insorta contro tale assurda intenzione, sappia che noi siamo dalla loro parte. Non siamo ambientalisti a giorni alterni né tantomeno siamo tra coloro che fanno solo chiacchiere sul rilancio turistico del nostro waterfront. La pericolosità di tale impianto non ha bisogno di dotte spiegazioni, per comprenderla basta sapere che la normativa relativa alle distanze di sicurezza prevede un divieto di molte attività nel raggio di due miglia nautiche dalle coordinate esatte del rigassificatore. Al nulla prodotto sulla Fiera e sulla Rada San Francesco, l’Autorità di Sistema Portuale di Messina, a guida Cinquestelle, vuole aggiungere un altro schiaffo alla nostra città. Noi non lo permetteremo”, conclude Basile.