fbpx

Centrosinistra, in Sicilia saranno primarie giallorosse. Barbagallo: “manca solo l’ok di Conte”

barbagallo conte

Il via libera del Pd è già arrivato, sarebbe “un fatto storico”

L’ok del Pd alle primarie è inaspettato o quasi. A sancire il via libera sono stati il vicesegretario nazionale Peppe Provenzano e il segretario regionale Anthony Barbagallo, quest’ultimo che ha poi confermato nel corso di un’intervista rilasciata a La Sicilia. “Non è stato un percorso facile. Quest’ultima settimana è stata decisiva: prima le interlocuzioni con il mio partito a Roma e in Sicilia, poi una lunga fase di concertazione con gli alleati regionali. E adesso il cerchio s’è chiuso: prima della pausa estiva la coalizione sceglierà il proprio candidato governatore”, ha affermato. A questo punto manca soltanto l’ufficialità, ma Barbagallo dice: “ritengo che arriverà. Magari adesso dobbiamo incalzare Conte, perché dalla prossima settimana dovrebbe partire la fase operativa”.

Sarebbe la prima volta, a livello nazionale, di primarie regionali con dentro Pd e M5S: “sento assolutamente la responsabilità. Senza dimenticare che da vent’anni il centrosinistra siciliano non celebra le primarie per le Regionali: l’ultima volta fu nel dicembre 2005 fra la Borsellino e Latteri. Io mi carico la responsabilità di una scelta che alla fine è stata assunta unitariamente e largamente. Su resistenze Pd? Più che resistenze, idee diverse. C’era chi pensava di spuntarla senza primarie, chi preferirebbe cedere la candidatura ai cinquestelle, c’è chi pensa di spostare l’asse a sinistra e chi lo vorrebbe al centro, c’è chi vuole vincere e chi mette in conto di perdere. Insomma, c’è di tutto. Ma adesso quella delle primarie è una scelta di chiarezza. Per tutti”.