Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWS

Calabria, Mancuso sulla Festa dei Lavoratori: “giornata simbolica per il Sud”

“C’è urgenza di promuovere sviluppo sostenibile e occupazione, soprattutto nelle aree più svantaggiate del Paese”, sottolinea il Presidente del Consiglio regionale della Calabria

La Festa dei lavoratori si celebra il 1º maggio di ogni anno in molti paesi del mondo, per ricordare tutte le lotte per i diritti dei lavoratori. A causa delle tante morti sul lavoro che si sono registrate in questa prima parte del 2022, il tema è molto caldo e la giornata assume così un valore molto significativo. Grande importanza anche al Pnrr, che può certamente ridurre il gap tra Nord e Sud, portando quindi nuova occupazione nel Meridione. Di questo ne ha anche parlato il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Filippo Mancuso. “Nonostante la crisi più grave dal dopoguerra, quest’anno inasprita dalla guerra in Ucraina, la Festa del 1 Maggio ha grande rilevanza nel sottolineare i temi della pace e della sicurezza sul lavoro. L’auspicio è che si continui nell’azione di ricostruzione dell’economia nazionale, utilizzando bene le risorse europee e mettendo anche la pubblica amministrazione del Sud, nelle condizioni di progettare gli interventi finanziati dal Pnrr, per colmare le lacune infrastrutturali materiali e immateriali. C’è urgenza di promuovere, da Nord a Sud, sviluppo sostenibile e occupazione, soprattutto nelle aree più svantaggiate del Paese, dove i divari occupazionali, di genere e generazionali, vanificano il diritto al lavoro sancito dall’articolo 4 della Costituzione”, si legge in una nota.