fbpx

Boris Becker condannato per bancarotta fraudolenta: l’ex stella del tennis sconterà 2 anni e mezzo di carcere

Boris Becker Foto di Neil Hall / Ansa

Boris Becker condannato a 2 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta: l’ex stella del tennis sconterà una prima parte in galera e una seconda in regime di semilibertà

Dal firmamento luminoso del tennis alla gattabuia. La parabola discendente di Boris Becker, campionissimo del tennis, condannato dal giudice di Southwark a 2 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta. Una condanna che, come sottolinea la “Gazzetta dello Sport”, poteva arrivare addirittura a 7 anni. Lo scorso 8 aprile, l’ex tennista tedesco era stato riconosciuto colpevole, nelle ultime ore è stato invece condannato a 30 mesi: metà della pena verrà scontata in carcere, l’altra metà in regime di semilibertà. “È da notare – ha dichiarato il giudice Deborah Taylor pronunciando la sentenza – come lei non abbia ammesso la sua colpa e nemmeno rimorso. C’è stata da parte sua una totale mancanza di umiltà“.

Secondo l’accusa, Becker avrebbe trasferito enormi quantità di denaro dal proprio conto aziendale, non dichiarando di possedere una villa in Germania e nascondendo 900.000 euro di debiti e azioni di una società tecnologica. Becker avrebbe un debito di circa 3 milioni di euro. Becker si era difeso spiegando di aver dovuto far fronte a ingenti spese successive al divorzio dalla prima moglie e al mantenimento dei 4 figli.