fbpx

Verso una definizione dei debiti commerciali del Comune di Reggio Calabria

palazzo san giorgio reggio calabria Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

I fornitori che vantano crediti nei confronti del Comune di Reggio potranno presto recuperare, almeno in parte, gli importi sospesi.

Infatti il Comune ha pubblicato una nota con al quale fissa la procedura volta “a quantificare e valutare l’importo complessivo di tutti i debiti censiti in base alle richieste pervenute, per consentire, entro il 15 giugno 2022, di proporre individualmente ai creditori, compresi quelli che vantano crediti privilegiati, nel rispetto dell’ordine cronologico delle fatture di pagamento o delle note di debito, la definizione transattiva del credito offrendo il pagamento di una somma variabile tra il 40 e l’80 per cento del debito”.

La procedura consentirà quindi di fare emergere tutti i debiti fuori bilancio al fine di poterne programmare l’estinzione in via transattiva, con l’obiettivo di pulire la gestione da un pesante debito pregresso.

La nota del Comune fa riferimento alla disposizione in legge di bilancio 2022 con la quale è disposto che “ogni ente deve predisporre un piano di rilevazione dei debiti commerciali certi, liquidi ed esigibili, dandone avviso sull’Albo Pretorio, adottando ogni forma idonea a pubblicizzare la formazione del piano di rilevazione, assegnando un termine perentorio per la presentazione da parte dei creditori delle richieste di ammissione”.

I creditori dovranno rispettare tempi e modalità indicati nella procedura in quanto “la mancata presentazione della domanda nei termini assegnati da parte dei creditori determina l’automatica cancellazione del credito vantato”.

Sul sito del comune il testo integrale della nota e l’indicazione della procedura da seguire da parte dei creditori.