fbpx

Ucraina, il tedesco Scholz non cede a richieste Zelensky: “certamente la Nato resterà fuori dalla guerra”

zelensky scholz Foto di Alexandra Beier / Ansa

“La Germania continuerà a dare il suo contributo”, ha affermato Olaf Scholz in una conferenza stampa con il capo della Nato Jens Stoltenberg

“La Germania dà il suo contributo e continuerà a farlo. Ma una cosa è certa: la Nato non entrerà in questo conflitto”. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in conferenza stampa a Berlino con il capo della Nato, Jens Stoltenberg. “Oggi il presidente Zelensky si è rivolto al Bundestag con parole che hanno lascato una forte impressione, e noi siamo con l’Ucraina”, ha anche detto.

“Si alza un muro sempre più forte fra l’Ucraina e l’Europa”, ha detto questa mattina Volodymyr Zelensky parlando al Bundestag tedesco. “Questo muro è più forte, con ogni bomba che cade in Ucraina, con ogni decisione che non viene presa nonostante il fatto che voi potreste aiutarc. Abbiamo sempre detto che Nord Stream 2 fosse un’arma e abbiamo sentito rispondere che fosse economia, economia, economia. Anche adesso esitate sull’ingresso dell’Ucraina nell’Europa. È un’altra pietra per il muro”, ha aggiunto nel suo discorso. “Abbiamo percepito resistenza, percepiamo che volete economia, economia economia”, ha incalzato. “Cancelliere Scholz, butti giù questo muro. Mostri la leadership che la Germania merita, e i suoi successori saranno solo orgogliosi di lei. Sostenga gli ucraini e ci aiuti a fermare questa guerra”. Zelensky cita anche Donald Regan che chiese di “tirare giù il muro” di Berlino rivolgendosi a Mikhail Gorbaciov.

zelensky parla al bundestag tedesco

Foto di Clemens Bilan / Ansa