fbpx

Ucraina, la proposta: “candidiamo Zelensky al Nobel per la Pace”

Volodymyr Zelensky Foto Ansa

Un gruppo di politici europei al Comitato norvegese dei Nobel ritengono che bisognerebbe estendere la procedura di nomina del Premio fino al 31 marzo per consentire la nomina del leader e del popolo ucraino

Candidare il presidente Volodymyr Zelensky e il popolo ucraino per il Premio Nobel per la Pace. E’ la proposta firmata da un gruppo di politici europei al Comitato norvegese dei Nobel. I firmatari ritengono che bisognerebbe estendere la procedura di nomina del Premio fino al 31 marzo per consentire la nomina del leader e del popolo ucraino. La procedura è, infatti, scaduta il 31 gennaio e da norma non ci sarebbe più la possibilità. “Siamo testimoni del coraggio del popolo ucraino che ha resistito a questa guerra condotta contro di loro dalla Federazione Russa. Uomini e donne ucraini coraggiosi stanno combattendo per preservare la democrazia e l’autogoverno… Persone in tutta l’Ucraina si stanno sollevando per resistere alle forze dell’autoritarismo… Crediamo che ora sia il momento di mostrare al popolo ucraino che il mondo è dalla loro parte”, si legge nella lettera riportata da Ukrinform.

La lettera è stata firmata da 36 politici provenienti da Paesi Bassi, Gran Bretagna, Germania, Svezia, Estonia, Bulgaria, Romania e Slovacchia. La lettera è aperta alla firma dei leader politici di tutto il mondo fino al 30 marzo. Secondo gli esperti, la richiesta di violare la procedura di nomina è un caso senza precedenti nella storia del Premio Nobel. Tuttavia, anche la guerra della Russia contro l’Ucraina è un evento senza precedenti dalla Seconda guerra mondiale. Finora, il Comitato per il Nobel non ha rilasciato una risposta.