fbpx

Scoperti documenti di pianificazione russi: guerra approvata il 18 gennaio, Ucraina da conquistare entro il 6 marzo

Vladimir Putin Foto di Yuri Kochetkov / Ansa

Le forze armate ucraine hanno scoperto alcuni documenti di pianificazione per la guerra appartenenti ai russi: svelate importanti informazioni sulle tempistiche del conflitto

La decisione di invadere l’Ucraina sarebbe già stata presa nel mese di gennaio, ben prima che iniziassero le “esercitazioni militari” congiunte di Russia e Bielorussia nei territori di confine. Lo affermano, attraverso il proprio account Facebook, le forze armate ucraine citando alcune carte segrete russe delle quali sono riuscite ad appropriarsi. “Sulla base delle informazioni ricevute, abbiamo appreso che i documenti di pianificazione per la guerra con l’Ucraina sono stati approvati il 18 gennaio 2022 e l’operazione di conquista dell’Ucraina si sarebbe dovuta compiere in 15 giorni, cioè dal 20 febbraio al 6 marzo“. In circa 2 settimane dunque, la Russia avrebbe dovuto prendere controllo dell’intera Ucraina, non solo dal punto di vista militare (l’avanzata sarebbe dovuta durare solo qualche giorno) ma probabilmente anche politico. O almeno questo sarebbe dovuto essere il piano originale. La guerra, com’è noto, è iniziata il 24 febbraio: oggi siamo al 7° giorno, il 10 marzo scadrebbero i 15 giorni prefissati nella conquista dell’Ucraina. “Grazie al successo delle azioni di una delle unità delle Forze Armate dell’Ucraina – si legge nel post – gli occupanti russi perdono non solo equipaggiamento e vite umane. In preda al panico, abbandonano anche documenti segreti“.