fbpx

Russia, sistema intelligence avverte: “cresce per Putin il rischio di golpe”

Vladimir Putin Foto di Aleksey Nikolskyi / Epa / Ansa

“Ogni mese di guerra in più aumenta la probabilità di una ribellione”, riferisce un agente rimasto anonimo

Il rischio di un colpo di stato da parte del Servizio di sicurezza federale russo (FSB) contro il presidente Vladimir Putin cresce ogni settimana, mentre è in corso la guerra in Ucraina. E’ quanto ha affermato un anonimo agente dell’intelligence russa, scrivendo a Vladimir Osechkin, attivista russo fondatore del gruppo di difesa dei diritti umani Gulag.ru. Secondo l’informatore, il caos e il malcontento stanno prendendo il sopravvento nei servizi di sicurezza dopo l’invasione mal riuscita dell’Ucraina da parte della Russia.

Gli 007 lamentano tra l’altro che “non potranno più andare in vacanza nelle vile in Italia o portare i figli piccoli a Disneyland Paris”. Adesso “tutto questo non c’è più”, ha aggiunto la fonte, precisando che gli ufficiali della sicurezza “non vogliono tornare indietro all’Unione sovietica” e che “ogni mese di guerra in più aumenta la probabilità di una ribellione”.