fbpx

La Calabria si conferma terra d’accoglienza, Occhiuto: “profughi dell’Ucraina ospitati nei Comuni che si stanno spopolando”

occhiuto profughi ucraina

Il governatore calabrese emanerà una delibera nei prossimi giorni: “i sindaci avranno la possibilità di destinare alcune abitazioni”

La Calabria è pronta ad ospitare i profughi che scappano dalla guerra in Ucraina“Sono immagini terribili, io non posso restare indifferente. La Calabria è terra d’accoglienza per cui ho chiesto di preparare una delibera per dare la possibilità ai sindaci, qualora lo volessero, di destinare alcune abitazioni dei lori Comuni che si stanno spopolando alle persone che scappano dalla guerra o pensano di non avere speranza e futuro, noi vogliamo restituirglieli. Perché la Calabria è una terra straordinaria e di accoglienza”. E’ quanto ha affermato in un video pubblicato sui social il presidente Roberto Occhiuto. La Calabria dunque è pronta a rispolverare una delle sue caratteristiche più belle che da sempre la contraddistingue.

“Così come abbiamo sostenuto nel corso dell’ultimo Consiglio regionale – spiega il consigliere regionale calabrese del Pd, Mimmo Bevacqua  riteniamo che le Istituzioni debbano farsi carico e trovare soluzioni locali nei confronti del popolo ucraino. Ciò che sta accadendo in queste ore interessa tutti noi e da amministratori abbiamo l’onere di occuparci di ogni aspetto che possa, in qualche modo, favorire serenità”“La proposta del presidente Occhiuto, quindi – conclude – deve essere inquadrata in quest’ottica: siamo pronti e disponibili a fare la nostra parte. Anche perché, con tale proposta, si potrebbe finalmente apportare quel contributo necessario di ripopolamento dei borghi e di inizio verso una nuova prospettiva degli stessi che ribadiamo da tempo. I nostri borghi hanno bisogno di una nuova linfa programmatica e di aiuti concreti, adesso è il momento opportuno”, conclude il democratico.