fbpx

Roma, in migliaia a piazza San Giovanni per dire no al conflitto in Ucraina: “la guerra non si combatte con la guerra” [FOTO]

  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
  • Foto di Claudio Peri / Ansa
    Foto di Claudio Peri / Ansa
/

Manifestazione a Roma, a Piazza San Giovanni, per dire no alla guerra in Ucraina: tutte le foto

In migliaia a Roma, a piazza San Giovanni, per dire no alla guerra in Ucraina. “Siamo più di 50 mila”, hanno annunciato dal palco gli organizzatori della manifestazione, “Rete Pace e disarmo”. Secondo la polizia, però, i partecipanti ala manifestazione erano circa 20 mila. Il corteo, partito da da Piazza della Repubblica a Roma, aveva in testa una lunga bandiera con l’arcobaleno della pace. I manifestanti hanno prima osservato un minuto di silenzio e poi rivolto un lungo applauso in segno di solidarietà al popolo ucraino. “La guerra non si combatte con la guerra. È il momento non di armare ma di disarmare il mondo. È il momento che l’Onu faccia la sua parte” con un coinvolgimento diretto nelle trattative tra Russia e Ucraina per il cessate il fuoco. Queste le parole del segretario generale della Cgil Maurizio Landini, “disturbato” – durante il suo discorso – da cori contro la Nato: “basta, fuori l’Italia dalla Nato”, hanno cantato. A corredo dell’articolo, tutte le immagini della manifestazione.