fbpx

Manifestavano contro il Green Pass, studenti aggrediti fuori dall’Università

studenti contro il green pass

“Siamo infatti stati aggrediti da alcuni passeggeri, sia verbalmente che fisicamente”, scrivono in una nota i rappresentanti del gruppo degli Studenti contro il green pass

Attimi di tensione vissuti ieri mattina a Roma. Il gruppo degli Studenti contro il green pass di Roma ha attuato, come oramai è loro solito fare a cadenza settimanale, l’azione #FUORISERVIZIO, per manifestare la disobbedienza verso una norma che ritengono “discriminatoria” perché, ad esempio, impedisce ad alcuni cittadini di salire sui mezzi pubblici se non sono in possesso della certificazione vaccinale. “Durante la nostra azione – sostengono con una nota – , che si è svolta come di consueto in maniera pacifica, cercando un dialogo sia con chi ci manifesta solidarietà sia con chi ci si oppone, si è verificato un episodio che riteniamo essere da un lato estremamente grave, dall’altro emblematico dello sfacelo morale dei nostri tempi: siamo infatti stati aggrediti da alcuni passeggeri, sia verbalmente che fisicamente”.

Il tutto è iniziato “con esternazioni di fastidio per la nostra presenza e per il fatto che stessimo “rallentando” il bus, causando dunque un ritardo. (Ci teniamo a precisare che il mezzo, dopo la nostra salita a bordo, era partito regolarmente, fermandosi poi poco dopo a causa del traffico). Abbiamo deciso di ignorare questi attacchi e di proseguire con la nostra azione, declamando ad alta voce il nostro dissenso e parlando con i passeggeri. A questo punto, due di loro si sono alzati e ci hanno aggrediti con spinte, calci, insulti e minacce”.

“Essendo divenuta la tensione troppo alta, abbiamo deciso di scendere alla fermata successiva. Un membro del nostro gruppo, per cercare un confronto, è rimasto a bordo, dove è stato successivamente vittima di una seconda aggressione a opera di altri due passeggeri. Questo clima di violenza e barbarie è il chiaro riflesso di una società allo sbando, priva di empatia, di consapevolezza e di razionalità. Una società che noi continuiamo a rifiutare, perché non sentiamo nostra. Siamo convinti che un’alternativa, più equa e umana, sia possibile. Per questo, non smetteremo di disobbedire e lottare”, concludono gli Studenti contro il Green Pass.