fbpx

Ucraina, Lukashenko convinto: “la guerra finisce appena gli USA chiamano Zelensky, ma per loro è situazione vantaggiosa”

Aleksandr Lukashenko Bielorussia Foto di Aleksey Nikolskyi / Epa / Ansa

Una chiamata di Biden a Zelensky potrebbe far cessare subito la guerra, ma gli USA hanno troppi interessi in ballo: il pensiero di Alexander Lukashenko in merito alla guerra in Ucraina

Non saremo coinvolti in questa guerra. L’ho detto molte volte. E faremo tutto il possibile per porre fine a questa guerra“. Alexander Lukashenko, premier della Bielorussia, continua a mantenersi sulla sua posizione neutrale. Seppur dalla parte di Putin, la Bielorussia non scenderà in guerra, ha affermato il presidente alla tv giapponese “Tbs”, secondo quanto riportato dall’agenzia bielorussa “Belta”. Lukashenko ha poi sottolineato che l’intervento del suo Paese non porterebbe alcun aiuto effettivo alla Russia: “nessuno ci chiede di prendere parte direttamente all’operazione delle truppe russe. Ne ho parlato di recente. Non saremo in grado di aggiungere nulla a questa operazione in Russia. Hanno abbastanza truppe, hanno abbastanza equipaggiamento“.

In merito a possibili accordi di pace, secondo il leader bielorusso “la guerra potrebbe finire molto rapidamente se il presidente degli Stati Uniti Joe Biden chiamerà il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky“. Ma questo probabilmente non succederà perchè “la situazione che si sta sviluppando in Ucraina è molto vantaggiosa per gli americani“. Per LukashenkoZelensky riceve istruzioni dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden e dal primo ministro britannico Boris Johnson“.