fbpx

Russia, la lettera degli studenti dell’Università di Mosca che sfida la censura: “condanniamo la guerra, siamo con l’Ucraina”

Università Mosca Foto di Sergei Ilnitsky / Ansa

Gli studenti dell’Università statale “Lomonosov” di Mosca, la più antica del Paese, pubblicano sul web una lettera contro la guerra sfidando la censura

Per quanto la Russia sia isolata da una fitta cortina di propaganda e censura, c’è chi prova a farsi sentire dall’interno. Una lettera, firmata da 4000 studenti, insegnati, accademici, laureati e membri del personale della prestigiosa Università statale “Lomonosov” di Mosca, la più antica del Paese, sfida la propaganda russa e finisce sul web. Un urlo perentorio nel silenzio generale, una versione differente da quella (l’unica) che viene trasmessa dai media filogovernativi, un coraggioso “no alla guerra!”.

Condanniamo categoricamente la guerra che il nostro Paese ha scatenato in Ucraina – si legge nel documento – La guerra è violenza, crudeltà, morte, perdita di persone care, impotenza e paura che non possono essere giustificate da nessun obiettivo. La guerra è l’atto più crudele di disumanizzazione. Esprimiamo il nostro sostegno al popolo ucraino, chiediamo alla leadership russa di cessare immediatamente il fuoco e di lasciare al più presto il territorio dello stato sovrano dell’Ucraina ponendo fine a questa guerra vergognosa. Chiediamo a tutti i cittadini russi che hanno a cuore il loro futuro di unirsi al movimento per la pace. Siamo contro la guerra! No war!“.