fbpx

La guerra in Ucraina non va secondo i piani, Putin punisce la Fsb: arrestati due 007 di spicco

Vladimir Putin Foto di Sergey Guneev / Ansa

La guerra in Ucraina non sarebbe andata secondo i piani iniziali: Putin avrebbe punito la 5ª divisione della Fsb arrestando due 007 di spicco

La guerra in Ucraina non sarebbe andata secondo i piani preventivati. Vladimir Putin avrebbe imputato tali problematiche alla 5ª divisione delal Fsb, l’organismo dei servizi segreti russi che ha il compito di fornire informazioni sull’invasione. A pagare sarebbero stati due dirigenti di spicco, finiti in manetta. La notizia, seppur non confermata da fonti ufficiali, è stata data da Andrei Soldatov e Irina Borogan, due giornalisti investigativi, tra i massimi esperti di intelligence russa. Putin, secondo quanto riferito,  avrebbe destituito e posto agli arresti domiciliari il generale Serghei Beseda e il suo vice Anatoly Bolukh, numero uno e numero due della 5ª divisione dell’Fsb.

I due, fedelissimi del presidente, secondo quanto riporta “Sky Tg24”, sarebbero stati accusati di uso improprio dei fondi stanziati per le operazioni di guerra. Secondo la versione dei due giornalisti, dopo due settimane di guerra, Putin si sarebbe reso conto di essere stato fuorviato: l’intelligence, per non andare contro la volontà del presidente, avrebbe assecondato il piano di prendere il controllo dell’Ucraina con una guerra lampo, magari con un cambio di regime e Yanukovic nuovamente al potere. La resistenza ucraina si è dimostrata più coriacea del previsto e il piano si sarebbe rivelato un totale fallimento. Se la versione venisse confermata, sarebbe un doppio smacco per Putin. Il leader russo era stato direttore dell’Fsb in passato e aveva fatto della 5ª divisione uno degli strumenti principali della sua azione politica internazionale: tale unità si occupa, infatti, di mantenere stretti i legami con le ex repubbliche sovietiche ed evitare che cadano nella sfera d’influenza occidentale.