fbpx

Guerra Ucraina, l’urlo di papa Francesco: “in nome di Dio, fermatevi! I bambini giocano con residui bellici”

papa francesco Foto di Maurizio Brambatti / Ansa

Papa Francesco twitta un messaggio sulla guerra in Ucraina: il pontefice chiede con forza la pace in nome di Dio e chiede di pensare ai bambini

Mai la guerra! Pensate soprattutto ai bambini, ai quali si toglie la speranza di una vita degna: bambini morti, feriti, orfani; bambini che hanno come giocattoli residui bellici… In nome dio Dio fermatevi!“. Un forte messaggio, anche da chi come Papa Francesco, mantiene la sua solita pacatezza anche nelle questioni più delicate come la guerra in Ucraina. Il pontefice usa il proprio account Twitter per veicolare le proprie parole grazie all’infinito range dei social, con tanto di hashtag #PreghiamoInsieme, #Ucraina, #Pace. Messaggio tradotto anche in lingua ucraina e in lingua russa. I

n apertura una frase breve e incisiva, rinforzata da un punto esclamativo: “mai la guerra!“, un monito che recentemente qualcuno ha perso di vista. Poi l’invito a pensare ai bambini, vittime collaterali (morti, feriti, orfani) di una guerra che li costringe ad avere “come giocattoli residui bellici“. La frase finale, come quella iniziale, è un’altra sferzante esclamazione: “in nome di Dio, fermatevi!“.