fbpx

Guerra Ucraina, il monito della Cina: “noi dalla parte giusta della storia. Risponderemo a pressioni e false accuse”

Xi Jinping Foto di Chloe Knott / Ansa

Il ministro degli Esteri cinese lancia un chiaro monito: la Cina è dalla parte giusta nella guerra in Ucraina, ma non accetterà pressioni e false accuse

Da che parte sta la Cina nella guerra in Ucraina? Dalla parte giusta. Ad affermarlo è il ministro degli Esteri cinese Wang Yi che, pur non facendo chiarezza fra un messaggio in favore della pace e la condivisione della propaganda di Putin, ha affermato che “il tempo dimostrerà che la posizione della Cina è dalla parte giusta della storia. La Cina continuerà a formulare giudizi indipendenti basati sul merito della questione e in un atteggiamento obiettivo ed equo. Non accetteremo mai alcuna coercizione e pressione esterna e ci opponiamo anche a qualsiasi accusa e sospetto infondati contro il nostro Paese“.

Wang Yi ha affermato inoltre che “la soluzione a lungo termine è abbandonare la mentalità della Guerra fredda, astenersi dall’impegnarsi in scontri di gruppo e formare veramente un’architettura di sicurezza regionale equilibrata, efficace e sostenibile. Solo in questo modo si puo’ raggiungere una stabilità a lungo termine nel continente europeo“.