fbpx

Guerra Ucraina, il cecchino più letale del mondo si schiera con Kiev: ha già combattuto in Afghanistan e contro l’Isis

Foto di Igor Kovalenko / Epa / Ansa

Il cecchino più letale del mondo, il canadese “Wali”, si schiera con l’Ucraina nella guerra in corso: ha già combattuto in Afghanistan e contro l’Isis

Per quanto la superiorità numerica e bellica dei russi sia stata ampiamente accertata, l’esercito ucraino può contare di una nuova aggiunta di grande livello. “Wali”, il cecchino più letale del mondo, si è unito all’esercito dell’Ucraina. Si tratta di un militare canadese, che ha preso parte nel 2009 e nel 2011 alla guerra in Afghanistan, eliminando con il suo fucile diverse decine di nemici. Il suo gruppo era l’unità d’èlite JTF-2 che ha fatto registrare il record di uccisione a distanza più lunga, pari a 3.540 metri. “Wali” ha anche combattuto i miliziani dell’Isis in Iraq. Nella vita di tutti i giorni è un programmatore e tecnico informatico, ha una moglie e un figlio. “Mia moglie – racconta – si è opposta all’idea, e questa è stata la parte più difficile della decisione. Ma devo aiutarli perché ci sono persone qui che vengono bombardate solo perché vogliono essere europee e non russe“.