fbpx

Guerra in Ucraina: “l’UE ha raggiunto il massimo delle sanzioni finanziarie contro la Russia”

Josep Borrell Foto di Stephanie Lecocq / Ansa

Josep Borrell (affari esteri Ue) ha dichiarato che continuerà il rifornimento di armi per l’Ucraina, ma ha anche ammesso che bisogna evitare di iniziare un conflitto con la Russia “perché significherebbe terza guerra mondiale”

L’alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell avrebbe dichiarato questa mattina che l’Unione Europea “ha raggiunto il limite delle sue capacità in termini di sanzioni finanziarie contro la Russia”. Ha aggiunto che sarebbe “molto più difficile” per l’UE vietare le importazioni di energia russe rispetto agli Stati Uniti, poiché gli Stati dipendono maggiormente dall’approvvigionamento russo. E’ quanto riporta Sputnik, agenzia filogovernativa russa. I leader dell’UE si incontreranno giovedì in Francia per discutere ulteriori sanzioni contro Mosca, compreso un possibile divieto di importazione di petrolio.

Borrell, secondo i media russi, ha affermato che l’UE continuerà a fornire armi all’Ucraina fino alla fine del conflitto, ma ha ammesso che il blocco deve evitare di iniziare un conflito con la Russia, “perché vorrebbe dire far esplodere la terza guerra mondiale”. Ha affermato che la Russia sta “bombardando sistematicamente le città ucraine”, aggiungendo che il presidente russo Vladimir Putin “dovrà rispondere delle sue azioni”.