fbpx

Guerra Ucraina, Giovanni Bruno è in salvo: un giornalista Rai porta il marittimo siciliano fuori dal Paese

Giovanni Bruno siciliano bloccato a Kherson

Giovanni Bruno è sano e salvo: il marittimo di Pozzallo, insieme alla sua famiglia, è riuscito a fuggire dall’Ucraina grazie all’aiuto di un giornalista Rai

Si risolve con un lieto fine la storia di Giovanni Bruno, marittimo di Pozzallo bloccato a Kherson da quasi un mese. Il giovane siciliano, insieme alla famiglia, non poteva lasciare la città a causa della guerra e della paura di finire sotto i colpi dei russi. Intanto, le scorte di cibo e medicinali iniziavano a scarseggiare. Giovanni Bruno aveva lanciato diversi appelli allo Stato italiano, affinchè qualcuno potesse adoperarsi per salvare lui, la moglie e la bimba di poco meno di 2 anni. Secondo quanto riporta l’AGI, l’uomo ha deciso di lasciare autonomamente la città in macchina, partendo verso Odessa. La notizia è giunta all’orecchio di Simone Zazzera, giornalista di Radio Rai, che si è messo in contatto con il connazionale offrendosi di accompagnarlo in macchina fuori dal confine ucraino. “Siamo salvi. Ieri sera siamo stati contattati da un giornalista di Radio Rai, Simone Zazzera. Adesso siamo in macchina con lui, si è offerto di accompagnarci“, ha raccontato Giovanni Bruno che adesso si trova al sicuro a Palanca, in Moldavia.