fbpx
*** ALLERTA METEO ***
ARRIVA IL VIOLENTISSIMO 'CICLONE DI MALTA': SOS MALTEMPO, VENTO E NEVE
TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU www.meteoweb.eu

Gentile (FI) incontra Occhiuto: “indispensabile il rilancio delle infrastrutture nel Tirreno Cosentino”

Occhiuto Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Calabria, Gentile: “ringrazio il Presidente Occhiuto per la sensibilità mostrata”

“L’interrogazione parlamentare che ho recentemente sottoposto all’attenzione del Ministro delle Infrastrutture sulla mancata realizzazione dell’arteria stradale Scalea – Mormanno ha avuto il merito di stimolare il dibattito istituzionale e di riportare il tema della viabilità nel Tirreno Cosentino al centro dell’agenda politica regionale”, cosi il deputato cosentino Andrea Gentile a margine del proficuo incontro tenutosi a Roma, presso la sede della Regione Calabria, con il Governatore Roberto Occhiuto.
“Ringrazio il Presidente Occhiuto per la sensibilità mostrata. Durante il nostro colloquio, cordiale e fattivo, abbiamo concordato – evidenzia l’Onorevole Gentile – sulla necessità impellente di risolvere nel concreto i problemi e i ritardi inerenti le infrastrutture viarie sul Tirreno Cosentino con riferimento particolare alle trasversali stradali Scalea-Mormanno, Strada delle Terme e Paola-Cosenza. Arterie stradali urgenti e indispensabili per le comunità e per i sistemi economici del Tirreno Cosentino senza dimenticare anche l’importanza della Sibari-Sila”.
“Reputo positivo il fatto che la Provincia di Cosenza abbia presentato qualche giorno addietro un dossier al Ministero su tali infrastrutture ritenendo – ha proseguito il Deputato di Forza Italia – che per la realizzazione di queste opere strategiche sia vitale mettere da parte qualunque ideologia o appartenenza politica per marciare tutti insieme nella stessa direzione. Tuttavia un dato è certo: gli enti provinciali e regionali hanno trascurato per qualche decennio queste problematiche urgenti e cruciali. Fortunatamente oggi, grazie alla lungimiranza del Presidente Occhiuto, le opere di viabilità riconquistano la centralità e l’attenzione istituzionale che meritano”.