fbpx

Addio al Green Pass (anche base) per i trasporti nello Stretto di Messina dal 1° aprile: ecco cosa recita il nuovo decreto

stop green pass trasporti stretto di messina

All’Articolo 6 “Graduale eliminazione del green pass base”, nel punto 5b, si fa riferimento specifico ai trasporti con particolare eccezione quando si parla dei collegamenti tra Messina e Reggio Calabria

Con la fine dello stato di emergenza per Covid-19, a partire dal 1° aprile 2022, per usufruire dei trasporti nello Stretto di Messina non sarà più necessario esibire il Green Pass. E’ quanto si legge nel decreto legge 24 marzo 2022, n. 24, pubblicato su Gazzetta Ufficiale e dal titolo “Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza”. Nello specifico, l’Articolo 6 “Graduale eliminazione del green pass base”, nel punto 5 b, che riguarda proprio le norme per i mezzi di trasporto, recita così: “a decorrere dal 1° aprile 2022, è consentito sull’intero territorio nazionale esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 da vaccinazione, guarigione o test, cosiddetto green pass base, l’accesso e l’utilizzo delle navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina e di quelli impiegati nei collegamenti marittimi da e per l’arcipelago delle Isole Tremiti”. Si tratta quindi di un nuovo passo verso il graduale ritorno alla normalità, dopo che già lo scorso 19 febbraio era stato consentito l’utilizzo di navi e traghetti tra SiciliaCalabria (e viceversa) anche per i cittadini muniti di semplice green pass da tampone negativo (rapido 48 ore, molecolare 72 ore) per garantire il principio di continuità territoriale agli isolani.