fbpx

Vlahovic ha violato la quarantena per firmare con la Juventus? L’Asl Toscana Centro segnala il caso alla Procura

Dusan Vlahovic Foto di Claudio Giovannini / Ansa

Dusan Vlahovic potrebbe aver violato la quarantena per sottoporsi alle visite mediche con la Juventus: l’Asl Toscana Centro invia la segnalazione alla Procura di Firenze

Non si spengono le polemiche in merito alla firma di Dusan Vlahovic con la Juventus. Prima o poi i tifosi della Fiorentina se ne faranno una ragione, ma questa volta il dibattito non è di natura sportiva, si parla di sanità e norme anti-Covid. L’attaccante balcanico potrebbe aver violato il regolamento sulla quarantena per sostenere le visite mediche con la Juventus. Vlahovic, positivo il 22 gennaio prima della sfida contro il Cagliari, si è recato venerdì 28 gennaio a Torino per visite e firma del contratto. Sarebbero passati solo 6 giorni dalla positività, il calciatore ne avrebbe dovuti aspettare 7 e risultare negativo al tampone per porre fine all’isolamento. L’Asl Toscana Centro, secondo quanto riporta l’AdnKronos, segnalerà l’accaduto alla Procura di Firenze.

“La questione sta generando tanto scalpore mediatico però noi come Azienda sanitaria siamo molto tranquilli – ha detto alla Tgr Toscana Giorgio Garofalo, dirigente igiene pubblica Ausl Toscana centro -. Le regole sono chiare, il vaccinato con tre dosi fra il tampone positivo e la negatività deve attendere sette giorni. Se abbandona l’isolamento questa è una violazione delle norme che ha rilevanza anche penale per cui la nostra azione è obbligatoria. Questo è quanto, quindi noi siamo molto tranquilli perché stiamo facendo già da ieri tutto quanto è necessario“.