fbpx

Messina, gruppo di professionisti denuncia il Governo per sequestro di persona: “non possiamo andare in Italia, negati diritti di libertà personali”

aliscafo blu jet messina

E’ stato presentato un esposto al Tribunale di Messina tramite l’avvocato Michele Schinella: “a tutti i cittadini italiani non vaccinati, anche a coloro under 50 che non hanno l’obbligo vaccinale, è stata lesa in maniera gravissima la libertà di
circolazione”

Sono stati fermati lunedì scorso agli imbarchi per gli aliscafi al Porto di Messina perché senza Super Green Pass, hanno così deciso di denunciare il Governo per sequestro di persona. E’ quanto hanno avanzato una ventina di professionisti (professori, avvocati, studenti) con un esposto presentato al Tribunale di Messina tramite l’avvocato Michele Schinella: il decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri non permette infatti di lasciare l’Isola se non esibendo il Certificato Verde che dimostri l’avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid-19 e, da come si legge nella denuncia, questa condizione violerebbe i principi del rispetto delle libertà personali“di fatto a tutti i cittadini italiani non vaccinati, anche a coloro under 50 che non hanno l’obbligo vaccinale, è stata lesa in maniera gravissima la libertà di circolazione, presupposto indefettibile per l’esercizio di tanti altri diritti fondamentali riconosciuti dalla Carta Costituzionale; tuttavia, se i cittadini dell’Italia continentale hanno in astratto la possibilità di muoversi dalla loro regione e di attraversare i confini delle altre regioni e dello Stato Italiano per recarsi in altri Paesi europei o usando mezzi di trasporto privato o salendo comunque ove materialmente possibile sopra i mezzi di trasporto pubblico (treni ad esempio) e accettando la sanzione prevista per l’infrazione, per i cittadini italiani presenti su una delle isole italiane ciò è divenuto materialmente impossibile”.

A farsi sentire in questi giorni è stato anche il Sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ha inviato al Governo italiano una proposta e chiesto al Ministro Roberto Speranza di emanare un’ordinanza che potesse modificare il decreto legge. L’impossibilità per i siciliani non vaccinati di poter lasciare l’Isola, ad esempio, per potersi curare potrebbe mettere in pericolo la salute dei cittadini. De Luca, inoltre, ha avvertito anche di bloccare i trasporti dello Stretto nella mattinata di domani, domenica 16 gennaio 2022, qualora tutto ciò non dovesse avvenire.