fbpx

Sicilia, Musumeci: “non c’è alcuna crisi nel governo regionale, i partiti non l’hanno dichiarata”. E su Berlusconi possibile Presidente della Repubblica…

nello musumeci Foto di Davide Gennari / Ansa

Musumeci è certo: “nessun rimpasto” è all’orizzonte nella giunta regionale siciliana

Alla Regione Siciliana “non c’è alcuna crisi”. Lo smentisce categoricamente il presidente Nello Musumeci, che nel corso di una conferenza stampa per la presentazione di una bando da cinque milioni di euro per l’illuminazione dei castelli dell’Isola ha risposto così a chi gli chiedeva se, dopo il voto dell’Ars sull’esercizio provvisorio, la crisi nella coalizione di centrodestra sia ormai alle spalle. “Non so di quale crisi si parli. La crisi in una coalizione c’è quando una forza politica la dichiara e non mi risulta che ci sia stata una forza politica che abbia dichiarato una crisi. C’è stato un voto anomalo in aula, con il voto segreto: ho alcuni riferimenti, perché mi era stato anticipato dai diretti interessati, mentre gli altri non so chi siano”. Insomma, Musumeci è certo: “nessun rimpasto” è all’orizzonte nella giunta regionale siciliana. “Quello è un termine che indica la chiusura di una stagione e l’apertura di un’altra”, ha spiegato il presidente rispondendo a una domanda sul suo giro di consultazioni tra i partiti della coalizione di centrodestra. Musumeci ha già incontrato Saverio Romano, leader di Cantiere popolare, e Gianfranco Miccichè, coordinatore regionale di Forza Italia, e oggi vedrà anche il segretario siciliano dell’Udc Decio Terrana. “Siamo davanti a una momento di verifica – ancora il governatore – . Dobbiamo capire se il problema sono gli assessori o se sono io. Al termine di questi incontri capiremo ed è anche possibile che vengano riconfermati tutti”.

Stretto di Messina, ,Musumeci: “apprezzo che il Governo abbia accettato le ordinanze”

“Esprimo il mio apprezzamento nei confronti del governo nazionale per avere tollerato la mia ordinanza, e quella del collega calabro Occhiuto, riguardo a quella evidente ingiustizia relativa al passaggio sullo Stretto di Messina”. Così il governatore siciliano, Nello Musumeci, tornando sul suo provvedimento che consente anche ai possessori del Green pass base di attraversare lo Stretto di Messina. “Non sono mai stato generoso con i no vax – ha continuato – ma mettere in discussione il fatto che la Sicilia non fosse una regione italiana e che un siciliano, a differenza degli abitanti di altre regioni, non potesse spostarsi fuori dalla propria regione mi sembrava folle”.

Quirinale, Musumeci: “voterò secondo la scenda del centrodestra, che spero sia unanime”

“Voterò il nome del nuovo presidente della Repubblica secondo la scelta, spero unanime, che farà la coalizione di centrodestra puntando sulla figura più rappresentativa possibile”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, rispondendo a una domanda sulla cosiddetta ‘Operazione scoiattolo’ portata avanti dal critico d’arte Vittorio Sgarbi in favore della candidatura di Silvio Berlusconi al Quirinale. Il governatore, insieme con il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e il capogruppo M5s a Palazzo dei Normanni Nuccio Di Paola, è uno dei tre delegati della Sicilia per partecipare all’elezione del nuovo Capo dello Stato. “Credo che Sgarbi stia chiamando gli indecisi – ancora Musumeci – . Una persona con la mia storia e con il mio presente può mai essere sollecitato dall’amico Sgarbi?”. Il presidente della Regione Siciliana rivela comunque di avere sentito l’ex sindaco di Salemi: “abbiamo parlato pochi giorni fa ma per una mostra che stiamo organizzando in Sicilia”.