fbpx

Sicilia, assoluzione governatore Lombardo. Salvini: “anni di tritacarne e umiliazioni, la sentenza lenisce solo in parte”

Foto di Fabio Frustaci / Ansa

Assoluzione per l’ex governatore della Sicilia Raffaele Lombardo: l’appoggio e il commento di Matteo Salvini

Anni di tritacarne e umiliazioni che la sentenza lenisce solo in parte, e che ci confermano l’importanza della battaglia per cambiare la giustizia: in primavera siamo certi che i referendum promossi dalla Lega con il Partito Radicale incasseranno l’adesione convinta ed entusiasta dei Siciliani“. Sono le parole del leader della Lega Matteo Salvini, scritte in una lettera al quotidiano “La Sicilia” in merito all’assoluzione dell’ex governatore Raffaele Lombardo.

Salvini commenta anche la situazione della Sicilia alla luce della legge di Bilancio: “Palermo avrà uno stanziamento extra da 2 milioni per intervenire sullo scandalo del cimitero di Santa Maria dei Rotoli, storica battaglia della Lega e su cui anche la magistratura ha aperto una inchiesta che coinvolge il sindaco Orlando. Confesso di essere sbalordito dal primo cittadino: non ha mosso un dito per evitare lo scandalo delle bare, ma in compenso si è costituito parte civile nel processo contro di me a proposito degli sbarchi. Orlando si rassegni: lo rifarei e lo rifarò, perchè sono convinto di aver fatto il mio dovere, anche se a sinistra sperano di farmi fuori per via giudiziaria e non elettorale“.

Riferendosi poi alla situazione politica a livello nazionale Salvini afferma: “la Lega c’è: nelle grandi sfide, dalla Regione Siciliana fino a quella del governo Draghi, abbiamo scelto di non disertare. E’ sempre con questo spirito che stiamo insistendo per tagliare le bollette di luce e gas a famiglie e imprese, anche con il coraggio di valutare il nucleare pulito di ultima generazione. Ora siamo pronti per confermare in tutta l’Isola, con donne e uomini di valore, le nostre capacità amministrative. Avremmo voluto fare di più, ovviamente – conclude il leader della Lega -. Ma non è facile essere in un governo anomalo con Speranza e il Pd che hanno sensibilità molto diverse dalle mie“.