fbpx
*** ALLERTA METEO ***
ARRIVA IL VIOLENTISSIMO 'CICLONE DI MALTA': SOS MALTEMPO, VENTO E NEVE
TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU www.meteoweb.eu

Reggio Calabria: assegnati i premi del Concorso nazionale “Antonino Scopelliti”

Reggio Calabria, oggi si è svolta premiazione del Concorso nazionale letterario, artistico, musicale e multimediale “Antonino Scopelliti”, destinato agli studenti delle scuole di primo e secondo ciclo d’Italia

Sono stati assegnati oggi i premi ai vincitori della terza edizione del Concorso letterario, musicale, artistico e multimediale intitolato al giudice “Antonino Scopelliti” e rivolto agli alunni delle scuole elementari, medie e superiori di tutto il territorio nazionale. L’evento, come da tradizione, si è svolto nella settimana che coincide con la data di nascita del giudice. La cerimonia si è svolta on-line ed ha visto la presenza di numerosi studenti collegati in rete da diverse parti d’Italia. Il Concorso è promosso dalla Fondazione Antonino Scopelliti, congiuntamente ad ANP (associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola) e con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e della Città Metropolitana di Reggio Calabria. La traccia scelta per questa edizione ha preso spunto da un pensiero esposto dall’alto magistrato nel 1985, che recita: “E’ giunto il momento di cambiare. Non c’è più tempo da perdere. La salvezza può venire solo da noi stessi prima come singoli poi come collettività, dalla nostra capacità di vigilare, dal nostro pretendere che i problemi vengano affrontati con serietà”. Da questa frase il tema è stato quello dell’emergenza umanitaria in Afghanistan che ha riportato l’attenzione sul tema dei rifugiati in Europa.

L’argomento riguarda contestualmente tutto il Mondo, ma il nostro Paese e l’Europa, in questo momento sono quelli più esposti” ha affermato Rosanna Scopelliti presidente della Fondazione Antonino Scopelliti, “non possiamo certamente rimanere insensibili – ha aggiunto – si tratta di un fenomeno sul quale occorre una governance condivisa da tutta l’Unione Europea, con livelli di responsabilità e di programmazione chiari e soprattutto che mettano al centro dell’attenzione gli aspetti umani e sociali. In Italia e in Calabria ci sono molti esempi virtuosi in termini di accoglienza ed integrazione, sui quali continuare a lavorare sempre con grande impegno”. “L’auspicio – ha concluso –  è che il prossimo Concorso possa essere vissuto in presenza e condividere con tutti il momento di festa”.

Per la categoria “letterario” di I^ grado il premio è stato assegnato all’alunna Alessia Fascì, della scuola secondaria Pirandello-Ic Falcomatà-Archi di Reggio Calabria, docente referente Francesca Leotta, dirigente scolastico Serafina Corrado.

Nella categoria “letterario” di II^ grado, il premio è stato assegnato alla studentessa Anna Maria Aricò del Liceo Mazzini di Locri (Reggio Calabria), docente referente Anna Mia Pizzati, dirigente scolastico Francesco Sacco.

Per la categoria “artistico” di I^ grado il premio è stato assegnato all’alunna Federica Galletta, della scuola secondaria Minasi-IC Piria di Scilla (Reggio Calabria), docente referente Maria Richichi, dirigente scolastico Daniela Antonia Panzera.

Per categoria “artistico” di II^ grado il premio è stato assegnato alla studentessa Elvira Romeo, del liceo scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria, docente di riferimento Lucia De Grazia, dirigente scolastico Maria Rosa Monterosso.

Nella categoria “multimediale” di I^ grado il premio è stato assegnato all’alunno Giorgio Postorino della scuola secondaria Spanò-Bolani di Reggio Calabra, docente di riferimento Nicola Cantore, dirigente scolastico Giuseppe Romeo.

Nella categoria “multimediale” II^ grado il premio è stato assegnato agli alunni classi II, (ls+ite+ip) dell’IIS A. Marino di Casoli-Chieti: Eleonora Picciotti, Chiara Capuzzi, Morgana Di Giuseppe, Giulia Luciani, Mattia Ramondo, Gialuca Benton, Edoardo Belfatto, docente di riferimento Maria Lucia Di Fiore, dirigente scolastico Costanza Cavalieri.

Nella categoria “musicale”, il premio è stato assegnato alla classe indirizzo musicale della Scuola secondaria Spanò-Bolani di Reggio Calabria, alunni: Pietro Moscato, Valentina Martino, Caroline Gutierrez, Caterina Nicolò, Ennio Tirotta, Victoria Oksyuk, Marco Ditto, Christian Fratto, Chiara Marullo, Martina Neto, Ilaria Turco, Cosimo Cagnolo, Antonio Romeo, docente di riferimento Dario Siclari, dirigente scolastico Giuseppe Romeo.

A decretare i vincitori si è espressa una giuria che ha valutato i numerosi elaborati giunti da tutta Italia e composta da: Rosanna Scopelliti presidente Fondazione Antonino Scopelliti, Maria Cantone direttore Fondazione Antonino Scopelliti, Mafalda Pollidori su delega del presidente ANP Antonello Giannelli, Francesca Ripert referente Ministero per l’Istruzione, Massimo Monorchio su delega dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, Mariella Grande direttrice Conservatorio musicale Francesco Cilea di Reggio Calabria, Mario Vetere giornalista agenzia di stampa DIRE e Gazzetta del Sud. Alla cerimonia di consegna dei premi sono intervenuti la vicepresidente della Regione Calabria Giusi Princi che ricopre la delega all’Istruzione, per il Ministero dell’Istruzione la dirigente Franesca Ripert, il presidente nazionale di ANP Antonello Giannelli, il sindaco facente funzioni della Città metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace e il sindaco facente funzioni di Reggio Calabria Paolo Brunetti.

Reggio Calabria, Versace e Brunetti al concorso della Fondazione Scopelliti

Il sindaco ff della Città Metropolitana, Carmelo Versace, e del Comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, stamane, collegati via web, hanno preso parte alla premiazione del Concorso nazionale letterario, artistico, musicale e multimediale “Antonino Scopelliti”, destinato agli studenti delle scuole di primo e secondo ciclo d’Italia. Giunta alla terza edizione, l’iniziativa è promossa dalla Fondazione intitolata al magistrato vittima di un agguato mafioso nel 1991, congiuntamente all’Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola e con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e della Città Metropolitana di Reggio Calabria. “Le nostre Amministrazioni – ha detto Versace – non potevano non cogliere questo invito, sperando che la collaborazione con la Fondazione “Scopelliti”, cui va il nostro più sentito ringraziamento, continui sempre nel segno della crescita e della condivisione di percorsi stimolanti e avvincenti che, in un certo senso, aiutino la Città Metropolitana a fare sempre meglio”. Ed un ringraziamento particolare, il vicesindaco metropolitano, lo ha rivolto alla presidente della Fondazione, Rosanna Scopelliti, che “prosegue, nei suoi diversi ruoli, in quel percorso di affermazione della legalità e del senso civico per la nostra città, per il territorio metropolitano e per l’intera regione”.

Versace si è, quindi, soffermato sul momento particolare che “noi tutti stiamo vivendo. Sarebbe stato bello – ha spiegato – poter svolgere questa cerimonia in presenza, anche solo per poter abbracciare ogni studente che ha preso parte a questo bellissimo concorso. Sono certo, infatti, che la politica debba sempre più valorizzare simili iniziative di carattere culturale perché, soltanto così, la nostra realtà può elevarsi ed affermarsi in palcoscenici nazionali che le appartengono. Bisogna, dunque, cogliere queste opportunità che fanno della letteratura, dell’arte o della musica elementi essenziali di sviluppo sociale e civile ancor prima che economico”.

Anche i complimenti del sindaco facente funzioni del Comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, sono andati alla Fondazione “Scopelliti” promotrice di “un’iniziativa fondamentale per tenere vivo il ricordo e l’esempio di persone che non ci sono più. La Fondazione presieduta da Rosanna Scopelliti porta il nome di una persona che ha dato la vita per il rispetto della legalità ed è importante ricordarlo perché, probabilmente, non se ne parla mai abbastanza“. Poi, rivolgendosi direttamente alle studentesse ed agli studenti collegati, il sindaco Brunetti ha detto: “Continuate così. Noi saremo sempre al vostro fianco ed accanto a quanti si adoperano, quotidianamente, per l’affermazione dei valori legati alla cultura ed alla legalità”.

La presidente della Fondazione, Rosanna Scopelliti, nel ringraziare le istituzioni, ha spiegato come, sebbene il concorso letterario nasca nel nome e nella figura di Antonino Scopelliti, “vuole essere anche uno stimolo, giornaliero, su quelle che sono le tematiche di attualità importanti. Dei ragazzi informati – ha affermato – sono studenti che riescono ad avere una propria idea e ad eccellere nella costruzione di una comunità cittadina consapevole, forte ed in grado di proporre senza dover soltanto accogliere passivamente le decisioni”.

Consapevolezza e conoscenza – ha continuato Scopelliti – sono le chiavi contro il bullismo e le mafie. Cittadini consapevoli sono dei cittadini che non possono essere presi in giro». Parlando ai ragazzi, la presidente della Fondazione ha consigliato: «Approfittate della scuola e dei vostri insegnanti per studiare ed informarvi. Lo dico soprattutto ai partecipanti delle regioni del Mezzogiorno che, attraverso la conoscenza del proprio territorio, delle proprie origini e radici, possono avere uno strumento decisivo contro le mafie che va oltre la denuncia e si innesta nella formazione personale di un individuo. Non c’è spazio per l’illegalità – ha concluso – quando ci sono cittadini consci che hanno ben chiaro il principio di una comunità che va tutelata e protetta”.