fbpx

Mascherine rosa alla polizia, la protesta del sindacato: “eccentrica rispetto all’uniforme, pregiudica l’immagine”

Proteste polizia mascherine rosa

Mascherine di colore rosa alla polizia, la protesta del sindacato Sap: servono dispositivi di un colore meno eccentrico che non pregiudichi l’immagine dell’Istituzione

In diverse questure d’Italia, fra le quali quelle di Pavia, Varese, Ferrara, Siracusa e Venezia, è arrivata un’inusuale fornitura di mascherine Ffp2 di colore rosa destinata ai poliziotti. Lo segnala il sindacato Sap attraverso una lettera inviata al capo della Polizia Lamberto Giannini, nella quale viene richiesto “un immediato intervento per assicurare che i colleghi prestino servizio con mascherine di colore diverso” dal rosa, che “risulta eccentrico rispetto all’uniforme e rischia di pregiudicare l’immagine dell’Istituzione“.

Ci è sembrato doveroso scrivere al Capo della Polizia poiché in alcune province sono arrivate forniture di Ffp2 di colore rosa. In questo momento in cui, l’uso dei suddetti dispositivi è diventato obbligatorio, ci è sembrato non decoroso per la divisa ricevere degli apparati di protezione come quelli giunti in alcune province“, dichiara Stefano Paoloni, segretario generale del Sap. “Il problema – spiega in una nota – non nasce da un pregiudizio sul colore, ma dal fatto che l’uso dell’uniforme è regolamentato. Sulla base del giuramento fatto, è necessario anche che gli indumenti vengano portati con decoro e rispetto per l’Istituzione a cui si appartiene. Reputiamo dunque che colori che non siano coerenti con la divisa diano una parvenza di minore autorevolezza, sempre tenendo presente il particolare periodo storico e il pregiudizio che alcuni nutrono nei confronti delle Forze dell’Ordine“.