fbpx

Palmi, bimbo preso a morsi all’asilo: la rabbia della madre e le tristi FOTO pubblicate sul web

bimbo morsi

La madre chiede verità: “dov’erano le maestre i tutori mentre lui gridava e chiedeva aiuto?”

E’ accaduto poco più di un mese fa, gli agenti della polizia di Stato del Commissariato di Polistena hanno denunciato in stato di libertà il titolare di un asilo privato di Palmi e tre operatrici della stessa struttura, rispettivamente per favoreggiamento personale e per abbandono di minore. A distanza di poche settimane, Laura Bagalà, madre del bambino aggredito, ha pubblicato le foto del suo piccolo su Facebook chiedendo giustizia e rispondendo a coloro che hanno sminuito l’accaduto. ­“Non voglio ragioni, ne colpe… non voglio accusare ne essere additata! Nn voglio strumentalizzare ciò che è accaduto ma voglio solo la verità… verità che tutt’oggi disconosco! È vero gli incidenti possono capitare ovunque, ma mio figlio per essere ridotto cosi nn è passato sicuramente un minuto… vorrei solo alcune risposte! E sono quelle che mi logorano! Dov’erano le maestre i tutori mentre lui gridava e chiedeva aiuto? Perche nn siamo stati chiamati? Perché nn sono stati chiamati i soccorsi?”, sono i quesiti che si pone la madre.

“Mai e poi mai vorrei che nessun bimbo e nessun genitore si trovasse nella mia situazione! Ma basta dire che mio figlio ha avuto solo due morsi e due graffietti! Basta dire che queste cose possono capitare! Eh no mi spiace nn possono ne devono succedere!!! Perché un conto è un morso, che avviene in maniera imprevedibile! Un graffio, uno spintone! Ma non questo! Mai e poi mai permettetevi di dire che io sono pazza, che io esagero! Perché davvero vedrete la mia ira! Giudicate voi… sono due morsi? Auguro tutto questo a chi ancora, dopo aver visto, ha il coraggio di insinuare!”, conclude Laura Bagalà.