fbpx

Sicilia: Musumeci azzera la giunta regionale. Miccichè: “nessun complotto, parli con i partiti”

Miccichè-musumeci

Sicilia: Musumeci azzera la Giunta, la decisione del Governatore è avvenuta dopo la votazione all’Ars per i grandi elettori del Presidente della Repubblica che lo ha visto classificato al terzo posto. Le parole di Miccichè

Nello Musumeci ha azzerato la giunta regionale della Sicilia. La decisione del Governatore è avvenuta dopo la votazione all’Ars per i grandi elettori del Presidente della Repubblica che lo ha visto classificato al terzo posto, superato addirittura da un deputato grillino. In un’intervista all’Adnkronos, il Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, sottolinea: “non c’è nessun complotto della maggioranza, mi creda, io invito il Presidente Musumeci, che è persona molto intelligente, a non farsi fuorviare da qualche sciacalletto che gli sta vicino. Deve, finalmente, parlare con i partiti”. “Nessun complotto – rimarca- si sapeva da ieri che almeno in sette della maggioranza non lo avrebbero votato. Se Musumeci pensa che il problema sia il Parlamento ancora una volta sbaglia, sbaglia eccome”.

“Ancora una volta, Musumeci non vuole capire che deve parlare con i partiti – prosegue Miccichè – il regime della democrazia si fonda su due pilastri, i partiti e il Parlamento. Come fa ancora a volere andare contro queste due istituzioni. Chi lo sta suggerendo? Sono sicuro che c’è qualche personaggio che gli suggerisce ad agire in questo modo. Musumeci continua a fare errori che sono sempre quelli che lo hanno portato a questo risultato”. Musumeci – dice Miccichè – si deve rendere conto che ci sono dei problemi tecnici in questo governo. Che ci sono delle persone che hanno un rapporto terrificante con il Parlamento, non c’è niente da fare. Quando chiedevo ieri ai deputati a di votare per lui, in tanti mi hanno detto: ‘Gianfranco, non mi rompere’. Gliela dovevano fare pagare, più a qualche altro che a lui. Musumeci subisce il danno che gli fanno altri. E parlo dei famosi sciacalletti di cui ho già parlato pochi giorni fa. Sono sempre gli stessi”. “Ora lui fa capire che sono quelli che vuole confermare”.