fbpx

Messina, malata oncologica senza Super Green Pass non può recarsi all’ospedale di Reggio Calabria: la testimonianza disperata del marito

messina testimonianza super green pass salute

“Mia moglie il 14 gennaio doveva essere all’ospedale Morelli di Reggio Calabria perché ha un tumore al sangue, forse deve fare un trapianto, non ci hanno fatto passare”, fa presente il cittadino messinese

Quando l’obbligo di Super Green Pass può rappresentare un pericolo per la salute dei cittadini. E’ questa la testimonianza di un cittadino messinese, che fa presente il caso della moglie, malata oncologica che è in cura all’ospedale Morelli di Reggio Calabria ma non può viaggiare perché impossibilitata a ricevere il vaccino anti-Covid e quindi possedere la Certificazione Verde necessaria per traghettare. “Mia moglie il 14 gennaio doveva essere all’ospedale Morelli di Reggio Calabria perché ha un tumore al sangue, forse deve fare un trapianto, non ci hanno fatto passare. Ogni mese deve sottoporsi ai controlli, non può curarsi altrove, i medici hanno preso in cura il suo caso e tengono sotto controllo i valori. Mia moglie il vaccino attualmente non può farlo, io invece sto facendo tutti i controlli del caso per effettuare la somministrazione, fino a lunedì mi bastava solamente un tampone negativo per viaggiare. Lei il 25 gennaio dovrà essere a Reggio Calabria, ha bisogno di passare per motivi di salute”, spiega il cittadino di Messina. Il Sindaco Cateno De Luca fa presente il caso nel corso di una diretta social: “ci troviamo nell’impossibilità di fare delle cure, chi ne risponde di questo? E’ urgente introdurre un regime transitorio”. Il primo cittadino ha fatto sapere che occuperà Rada San Francesco finché il Governo non procederà con la modifica del decreto legge.