fbpx

Caso Djokovic, esenzione medica perchè positivo al Covid il 16 dicembre: ma quel giorno era a due eventi senza mascherina

Novak Djokovic Foto di Alessandro di Marco / Ansa

Novak Djokovic sarebbe risultato positivo al Covid il 16 dicembre: questa la motivazione alla base della richiesta dell’esenzione medica. Nello stesso giorno però, il serbo ha partecipato a due eventi senza mascherina

L’ipotesi che si era fatta largo nella giornata di ieri aveva un fondamento di verità: alla base della richiesta dell’esenzione medica di Novak Djokovic c’era una recente positività al Covid. Secondo quanto dichiarato dai suoi legali, il campione serbo sarebbe risultato positivo lo scorso mese di dicembre e avrebbe dunque richiesto l’esenzione dall’obbligo vaccinale per entrare in Australia in vista degli Australian Open. “La data della registrazione del primo test Covid positivo è il 16 dicembre 2021“, si legge nella documentazione fornita dagli avvocati al tribunale che nella giornata di lunedì si riunirà per decidere sulla possibilità che Djokovic resti o meno in Australia.

Secondo quanto ricostruito dal giornalista del New York Times, Ben Rothenberg, il 16 dicembre è stato un giorno piuttosto intenso per Djokovic. Il tennista serbo, infatti, ha partecipato a un meeting e a una cerimonia per un francobollo in suo onore, entrambe le volte nella mascherina. Lo stesso giorno in cui è risultato positivo. È fuor di dubbio che Djokovic sia venuto a conoscenza del risultato del test dopo i due eventi.