fbpx

Covid: Regno Unito verso eliminazione del Green Pass

boris johnson Foto di Jessica Taylor / Ansa

Era utilizzato solo per gli ingressi alle discoteche e agli eventi di massa

Secondo i media inglesi, il governo britannico va verso l’eliminazione del green pass nel Regno Unito, introdotto un mese fa solo per gli ingressi alle discoteche e agli eventi di massa. Potrebbe avvenire il 26 gennaio, quando saranno riviste le misure anti-Covid previste dal cosiddetto “piano B” introdotto dal Premier Boris Johnson per contrastare la variante Omicron. Fonti estere affermano che il ministro della Sanità, Sajid Javid avrebbe condiviso una forte insofferenza nei confronti del certificato già espressa da molti deputati conservatori, in particolare il centinaio che aveva votato contro la sua introduzione alla Camera dei Comuni (approvata solo grazie ai voti dell’opposizione Labour), in un segno di aperta ribellione al primo ministro. Nel Regno Unito, infatti, il Green Pass non è mai stato introdotto per entrare in ristorati, bar, cinema o teatri e non si è mai pensato neppure di renderlo obbligatorio sui luoghi di lavoro come accaduto in Italia. Infine, il governo britannico pensa anche di abbandonare l’indicazione dello smart working, altra misura prevista dalle restrizioni del piano B, mentre resterebbe quella per l’uso delle mascherine per trasporti pubblici e negozi.