fbpx

Covid, Papa Francesco bacchetta la politica: “indecisione e poca chiarezza generano confusione e sfiducia”

Papa Francesco Foto Ansa

Papa Francesco bacchetta la politica nel suo discorso al Corpo diplomatico: il Pontefice spiega come indecisione e poca chiarezza generino confusione e sfiducia

In questi anni passati a convivere con la pandemia di Covid, anche i governi si sono trovati in difficoltà non soltanto sul piano organizzativo, ma anche e soprattutto su quello della comunicazione. Decisioni prese in fretta, poichè le tempistiche non davano grande margine di manovra; scelte apparse contradditorie a distanza di tempo; una strategia comunicativa che ha reso il tutto più difficile da comprendere ai cittadini, alimentando dubbi e conseguentemente anche le paure. Gran parte dei problemi legati alla pandemia sono dovuti anche alle scelte della politica.

Lo sottolinea anche Papa Francesco che nel suo discorso al Corpo diplomatico spiega: “vi deve essere l’impegno della politica a perseguire il bene della popolazione attraverso decisioni di prevenzione e immunizzazione, che chiamino in causa anche i cittadini affinché possano sentirsi partecipi e responsabili, attraverso una comunicazione trasparente delle problematiche e delle misure idonee ad affrontarle. La carenza di fermezza decisionale e di chiarezza comunicativa genera confusione, crea sfiducia e mina la coesione sociale, alimentando nuove tensioni. Si instaura un ‘relativismo sociale’ che ferisce l’armonia e l’unità“.