fbpx

Covid, Occhiuto: “Calabria zona gialla perché abbiamo aumentato i posti letto”

occhiuto sanità calabria covid

Il governatore spiega che l’aumento dei posti letto è un investimento, oltre che una soluzione per affrontare meglio la pandemia del Covid-19: “stiamo lavorando contro emergenza ma anche per sanità migliore”

“La Calabria è ancora in ‘zona gialla’. Quattro regioni sono passate in ‘zona arancione’ e molti ritenevano che la Calabria sarebbe state tra queste. E invece no, siamo rimasti in ‘zona gialla’ e vi spiego perché”. Così, in un video su Facebook, Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria e Commissario della Sanità. “Il primo novembre, quando mi sono insediato – aggiunge Occhiuto – ho trovato 966 posti letto per pazienti Covid in area medica. Li abbiamo portati a 1.084, 118 in più. Ho trovato inoltre 174 posti in terapia intensiva per gli stessi pazienti e li abbiamo portati a 202, 28 in più. Questo aumento dei posti ci ha consentito di restare nei parametri della ‘zona gialla’. E’ stato un lavoro duro, che abbiamo fatto mentre abbiamo aperto altri ospedali e mentre abbiamo programmato le assunzioni nel settore della sanità anche a tempo indeterminato”.

E’ questa la soluzione che da tempo abbiamo segnalato tramite queste pagine ed avevamo suggerito al Presidente Occhiuto tramite una lettera. Investire ora sulla sanità significa, infatti, combattere con più armi la pandemia del Covid-19 ed investire nel medio lungo termine su un settore piegato da un decennio di tagli. “Stiamo lavorando – dice ancora il governatore della Regione Calabria – per fronteggiare l’emergenza, ma anche per costruire una sanità migliore quando l’emergenza non ci sarà più. E tra qualche mese vedremo altri risultati”.