fbpx

Covid, focolaio tra medici e infermieri dell’ospedale di Gela: avevano tutti la terza dose, chiude il reparto di terapia intensiva

Posti letto terapia intensiva

Covid: tre medici su cinque, due infermieri e un operatore socio sanitario sono infatti risultati positivi e si trovano adesso in quarantena

Il reparto di terapia intensiva Covid dell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela e’ stato chiuso a causa di un focolaio che ha coinvolto il personale sanitario. Tre medici su cinque, compreso il primario, due infermieri e un operatore socio sanitario sono infatti risultati positivi e si trovano adesso in quarantena. I sette pazienti ricoverati saranno trasferiti in giornata all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta dalla centrale operativa del 118, tramite ambulanze e l’elisoccorso di Palermo attrezzato per il trasporto di pazienti Covid. Con i sette nuovi arrivi Al Sant’Elia di Caltanissetta i pazienti della terapia intensiva Covid saliranno da 2 a 9. Il primario del reparto Giancarlo Foresta si sta occupando di gestire l’emergenza territoriale allestendo la terapia intensiva nel blocco operatorio dell’ospedale, gia’ utilizzato a questo scopo a inizio pandemia.