Categoria: EDITORIALIEMERGENZA CORONAVIRUSNEWSNOTIZIE DALL'ITALIA

Covid, il deputato Bella asfalta il Governo: “qual è il senso di nuove strette sui vaccini se sappiamo che si riveleranno inutili?”

“Dovete pensare al bene del Paese. Dovete avere coraggio. Quando domani sarete in Consiglio dei Ministri, cercate di convincere gli altri a fare la cosa giusta per il nostro Paese. Diteglielo che qualsiasi misura restrittiva oltre ad essere probabilmente inutile per fermare i contagi potrebbe essere anche dannosa. E se non li convincete, alzate e andatevene”: il deputato Marco Bella prima dell’odierno Consiglio dei ministri

Un intervento in Parlamento rilasciato con la massima trasparenza e senza peli sulla lingua. Mentre il Governo italiano è in procinto di divulgare un nuovo decreto legge per spingere un’ulteriore fascia di popolazione a vaccinarsi contro il Covid-19, il deputato del Movimento 5 Stelle Marco Bella ha pubblicato un post sui social per evidenziare il totale disastro generando dal Green Pass e poi dal Super Green Pass. La crescita dei contagi in Italia ha subito una costante crescita, con una clamorosa impennata nell’ultimo mese a causa della diffusione della variante Omicron, manifestando l’incredibile errore di aver considerato la Certificazione Verde uno strumento sanitario. Infatti, seppur il vaccino sia molto efficace nel prevenire la malattia grave, non si è riusciti a contenere la trasmissione, che è cresciuta in maniera esponenziale. Di seguito il post del deputato grillino:

“Care e cari. Come sapete io sono supervaccinato come mia moglie e i miei figli. Il vaccino è una protezione individuale importante ed efficace. Non è però così efficiente per fermare i contagi. Nonostante il 90% della popolazione over 12 vaccinata, abbiamo più positivi che mai. 170.000, con un tasso di positività al 13.9%. Omicron è di fatto un nuovo virus, che colpisce le vie aeree superiori: naso e gola. È molto ma molto più trasmissibile ma anche meno patogenica, forse dieci volte meno, perché non va così in profondità nei polmoni. Questo vale per i vaccinati e per anche per i non vaccinati. Con Omicron è schizzato in alto il numero dei positivi ma per fortuna non nella stessa misura quello degli ospedalizzati gravi. Questo è un fatto nuovo e importante. Cambia tutto rispetto a poche settimane fa”.

Il confronto col Regno Unito

“Nel Regno Unito la variante Omicron è la maggioranza dei casi come probabilmente lo è già anche in Italia. Il ministro della salute del Regno Unito Sajid Javid ha detto che oramai è troppo tardi per tentare di fermare Omicron e con le dovute precauzioni dobbiamo cercare di convivere con il virus. Anche noi ai cittadini e alle cittadine dobbiamo dire la verità: non c’è molto che il governo possa più fare in termini di restrizioni, ci dobbiamo basare su comportamenti responsabili dei singoli, affidandoci al loro buon senso.

Forse il Regno Unito non ha fatto il massimo nel passato, ma senza alcuna restrizione da luglio al momento hanno 863 persone in terapia intensiva (noi circa 1300) e 127 decessi al giorno (noi 144). Loro sono 67 milioni e noi solo 60.
Con Omicron non è più possibile inseguire la strategia “contagio zero”. “Non possiamo vaccinare il mondo ogni sei mesi”. Lo ha detto l’inventore del vaccino AstraZeneca, Andrew Pollard”.

L’inutilità delle misure restrittive imposte dal Governo

“Qualsiasi misura restrittiva si prenda in Consiglio dei Ministri sarà sostanzialmente inutile per contenere i contagi, però rischia di spaccare ancora di più il nostro Paese. Non possiamo permetterci milioni di persone a casa in quarantena: devasteremmo la nostra economia e metteremmo in difficoltà tante persone. La cosa corretta a questo punto sarebbe oramai ridurle le restrizioni, non certo aumentarle. Lo abbiamo visto che purtroppo con la variante Delta: il green pass non è servito a molto. Contro la omicron qualsiasi mega super-iper-green pass non servirà a contenere i contagi. La curva calerà naturalmente tra un po’, qualsiasi cosa facciamo. In sud Africa la curva sta già calando senza misure restrittive. Io ho votato tutti i vari decreti sul green pass, anche se dubitavo che avrebbe avuto efficacia per ridurre i contagi. Come possiamo ora votarvi in parlamento altre misure restrittive se sappiamo già che saranno probabilmente inutili per contenere questa ondata?”.

Obbligo vaccinale e nuova stretta dal Consiglio dei ministri

“Alcune forze politiche spingono su obbligo di vaccino o super-iper-mega green pass. Lo fanno per compiacere i loro elettori, non perché ci siano evidenze che questa misura sia utile. Ma noi siamo il Movimento 5 Stelle, ci hanno votato 11 milioni di persone e dobbiamo pensare al bene di tutto il nostro Paese, non ad assecondarne solo una parte. Luigi, Fabiana, Stefano, Federico. Voi siete i nostri ministri. Dovete pensare al bene del Paese. Dovete avere coraggio. Quando domani sarete in Consiglio dei Ministri, cercate di convincere gli altri a fare la cosa giusta per il nostro Paese. Diteglielo che qualsiasi misura restrittiva oltre ad essere probabilmente inutile per fermare i contagi potrebbe essere anche dannosa. E se non li convincete, alzate e andatevene. Lasciateli prendere questa decisione da soli. Se prenderete la decisione giusta il vostro coraggio i cittadini ve lo riconosceranno. Noi parlamentari ve lo riconosceremo. La storia ve lo riconoscerà. Vi abbraccio forte tutti”.