fbpx

Caso Djokovic, da affare internazionale a serie tv: il caos degli Australian Open sbarca su Netflix

Foto di Rungroj Yongrit / Ansa

Mentre si attende la sentenza definitiva sul caso Djokovic, prevista per domenica, spunta l’ipotesi che quanto accaduto agli Australian Open diventi materiale per una docuserie trasmessa su Netflix

Le settimane di incertezza, finalmente il visto, il blocco all’aeroporto, la cancellazione del documento, la “detenzione” in hotel, la sentenza che riabilita il visto, entra in gioco il ministro per l’Immigrazione, la richiesta in appello. Il caso Djokovic agli Australian Open sta diventando più appassionante di una serie tv. Anzi, diventerà proprio materiale per una serie tv. Netflix ha annunciato l’accordo con i quattro tornei Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open) grazie al quale potrà raccontare retroscena, dietro le quinte ed episodi inediti dei Major ATP e WTA per la stagione 2022. La parte relativa agli Australian Open non potrà non fare riferimento all’episodio riguardante Djokovic, nonostante il torneo non sia ancora iniziato. La docuserie sarà prodotta da “Box to Box Films”, casa di produzione che ha realizzato la serie di enorme successo “Formula 1: Drive to Survive”.